Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Cavese-Taranto La salvezza passa per la gara col Portogruaro, che potrebbe aprire nuovi scenari per la stagione dei metelliani. Paolo Stringara dovrà rinunciare al portiere Russo ma può contare sulla squadra al completo. La società chiama a raccolta i tifosi tagliando i prezzi dei biglietti.

Il torneo si avvia alla stretta finale e gli otto punti che dividono la Cavese dalla salvezza vengono visti come l’ultimo chilometro da percorrere in fretta. Nelle prossime gare bisognerà viaggiare a tutta, senza fare calcoli, per non trovarsi impreparati nel momento della volata finale. Dunque, ogni gara diventa fondamentale e nei momenti delicati c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Nonostante il lusinghiero cammino intrapreso dalla squadra nel girone di ritorno, la “piazza” continua a rispondere tiepidamente. La media spettatori è tra le peggiori degli ultimi 10 anni, complice sicuramente la crisi globale ma anche il costante scetticismo nutrito da molti tifosi (anche di vecchia data), maturato dopo le ultime due stagioni. Ora, però, siamo in una fase cruciale del campionato: vincere contro il Portogruaro potrebbe voler dire voltare pagina e iniziare a pensare di poter lottare per qualcosa di importante. Ecco perché la società chiama a raccolta i tifosi, più e meno affezionati, rivedendo al ribasso i prezzi dei tagliandi d’ingresso allo stadio con l’intento di riuscire là dove il Pescara ha clamorosamente fallito: intimorire i veneti grazie alla spinta del pubblico.

Il Potrogruaro di Calori sembra, comunque non subire troppo la pressione di ambienti ostili (come dimostrato proprio all’”Adriatico”) e si presenterà al “Lamberti” per cercare i tre punti. I granata hanno già vinto sei gare esterne e hanno caratteristiche tecniche e fisiche tali da poter far male in contropiede. Servirà, dunque, la miglior Cavese. Quella stessa Cavese vista a Terni, o nel primo tempo contro il Marcianise. A far la differenza dovrà essere una maggiore cattiveria sotto porta o magari il singolo episodio favorevole. Come può essere, ad esempio, un calcio di rigore. In questa stagione i metelliani mai si sono visti assegnare una massima punizione, nonostante spesso i reclami per presunti torti arbitrari in merito siano stati giustificati dalle varie moviole (ultimo caso proprio contro la Ternana). Di contro, il Portogruaro di rigori non ne ha mai subiti, per cui la fantomatica “legge dei grandi numeri” potrebbe trovare terreno fertile.

Al di la di ciò, Paolo Stringara dovrà fare i conti con un’assenza pesante, quella del portiere Francesco Russo, spesso decisivo in questa stagione. Appiedato per una giornata dal Giudice Sportivo dopo l’ammonizione subìta a seguito del fallo che ha causato il rigore per la Ternana, il portiere lombardo verrà sostituito dal giovane, classe ’90, Pasquale Pane, reduce da un impegno con la rappresentativa Under 20 di Lega Pro. Per lui esordio assoluto tra i professionisti, in una partita di grande importanza.

Oltre a questa non indifferente defezione, la squadra sarà praticamente al completo, e davanti a Pane verrà schierata la difesa titolare, con Cipriani, D’Orsi e Nocerino. In mezzo al campo Spinelli si riguadagna i galloni da titolare con la bella prestazione di sette giorni fa condita con rete, e sarà lui ad affiancare Favasuli; sugli esterni Radi e uno tra Santarelli e Bacchiocchi. In avanti, l’unico sicuro di un posto dovrebbe essere Schetter. Stringara ha dimostrato di non avere gerarchie da rispettare per l’attacco e tutti, ma davvero tutti i convocati potrebbero partire titolari. Azzardiamo, comunque, l’ipotesi che vedrà Bernardo e Insigne completare il reparto avanzato.

Davide Lamberti www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film