Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

BeneventoFinalmente anche la matematica emette il suo verdetto inappellabile e così, per il secondo anno consecutivo, il Benevento, battendo per 3 a 1 l’Alessandria, si assicura la partecipazione agli spareggi per la promozione alla serie cadetta, meglio conosciuti nel calcio moderno come play-off. Terza vittoria consecutiva quindi per gli uomini di mister Acori grazie alle reti del giovane Antonio Vacca (nella foto), di Evacuo su rigore (15^ segnatura stagionale) e di Gigi Castaldo. Al Santa Colomba è stata partita vera, merito anche di una Alessandria che, scesa nel Sannio con enormi problemi societari, ha onorato il calcio giocando la sua onesta partita a viso aperto e, fin quando le gambe hanno retto, mostrando anche un gioco piacevole condito da un buon possesso palla. Alla fine le maggiori motivazioni del Benevento hanno avuto la meglio, troppo importante il raggiungimento matematico dei play-off per la corazzata giallorossa che a questo punto diventa la mina vagante di questo finale di stagione. Tre settimane fa questo obiettivo sembrava ormai un qualcosa di irraggiungibile: squadra senza testa ne coda, gioco assente, calciatori demotivati e pubblico spazientito. Ma la svolta, se così possiamo chiamarla, è stata data in quel famoso dopo gara di Figline Benevento,  quando la società, prendendosi una grossa responsabilità, optò per il ritorno di Acori sulla panchina giallorossa. Da allora tre vittorie consecutive, squadra ritrovata e ambiente ricaricato per questo finale che può ancora regalare ciò che l’anno scorso è stato dilaniato all’ultimo ostacolo. Ovviamente i meriti di questo traguardo non sono solo di mister Acori, ma di tutta la squadra che, come per incanto ha ritrovato stimoli e voglia di combattere. Permetteteci inoltre una menzione particolare per un ragazzino appena ventenne, Antonio Vacca, che a dispetto della giovane età si è preso sulle spalle il centrocampo giallorosso con la tranquillità di un veterano, permettendosi il lusso oggi, anche di realizzare una bellissima rete per preparazione e conclusione, nonché di procurarsi, con molta astuzia, l’importantissimo rigore del 2 a 1; scusate se è poco.  La partita:

PRIMO TEMPO. Giornata tipicamente pre-estiva, con oltre 4.000 presenze sugli spalti, di cui una quindicina di impavidi sostenitori provenienti da Alessandria. Questa volta a differenza della ultime uscite casalinghe il tifo della Sud è assordante e costante; troppa alta la posta il palio. Acori non cambia di una virgola la formazione vincente di Perugia, consegnando le chiavi del centrocampo al giovanotto di belle speranze A. Vacca che alla fine risulterà il migliore in campo. L’Alessandria si schiera con il collaudato 4-3-3 dando mandato di offendere al trio Fantini-Artico-Rodriguez. Il Benevento inizia cercando di fare la partita anche se i ritmi, visto il caldo, non sono altissimi. L’Alessandria, dal lato della sua tranquillità di una salvezza già acquisita, si fa preferire sotto l’aspetto del possesso palla. Ed è proprio la squadra piemontese che con Fantini prima e con il veloce Rodriguez poco dopo, si presenta pericolosamente dalle parti di Gori, facendo venire, nella seconda occasione, i brividi ai 4.000 di fede giallorossa. Scampato il pericolo il Benevento ci prova con Castaldo, tiro fiacco, e con D’Anna tiro di poco fuori. Al 30° Fantini sul filo del fuorigioco si presenta davanti a Gori che sbroglia in uscita. Il Benevento non riesce a sfondare. Allora Acori intelligentemente sposta Ciarcià sulla corsia destra accentrando D’Anna e spostando Castaldo sulla sinistra del fronte d’attacco. Mossa azzeccata ed il Benevento inizia ad avvicinarsi sempre più pericolosamente verso l’area piemontese. Ci provano senza convinzione in pochi minuti D’Anna, Castaldo e Vacca, ma Servili risponde presente. Arriviamo al minuto 40° ed il Benevento passa grazie al ragazzino terribile, A. Vacca, che riceve al limite dell’area, finta il tiro di destro, entra in area e con un sinistro batte in diagonale l’estremo Servili. Applausi a scena aperta di tutto il Santa Colomba. Ultimo giro di lancette e l’Alessandria pareggia: De Liguori si addormenta su un disimpegno al limite della propria area di rigore e Artico dopo aver conquistato palla, lancia nel corridoio per lo scattante Rodriquez che insacca. Tutto da rifare. Squadre a riposo sull’1 a 1.

SECONDO TEMPO. Il Benevento vuole i play-off e lo fa subito capire all’Alessandria. Cross di Ciarcià dalla destra ed Evacuo arriva con un attimo di ritardo. Al 3° calcio di rigore per i giallorossi procurato con mestiere da Vacca su una incursione in area piemontese. Dal dischetto il bomber Evacuo non sbaglia. I giallorossi non si accontentano e vogliono chiudere il discorso. Al 15° il tris è servito: Ciarcià dalla destra effettua un velenoso tiro-cross, Servili non trattiene e Castaldo da due passi insacca e ringrazia. Partita virtualmente chiusa. L’ultima mezz’ora è caratterizzata dalla consueta sequenza delle sostituzioni da una parte e dall’altra, e se si esclude una traversa colpita dall’Alessandria con Artico non ci sono azioni pericolose da segnalare. Benevento Alessandria termina dopo soli due minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Tutti i calciatori e lo staff tecnico, con Acori in testa, festeggiano insieme alla torcida giallorossa il raggiungimento di questi play-off. Il primo passo è stato fatto. Una cosa è certa: il Benevento c’è e inizia anche a fare paura. 

BENEVENTO (4-2-3-1): Gori; Pedrelli, Cattaneo, Landaida (45′ Ignoffo), Palermo; Vacca, De Liguori; Ciarcià (62′ La Camera), Castaldo, D’Anna; Evacuo (75′ Bueno). A disp.: Baican, Cejas, Germinale, Clemente. All.: Leonardo Acori

ALESSANDRIA (4-1-4-1): Servili; Ciancio, Cammaroto, Signorini, Gosheh; Briano; Fantini (62′ Motta), Buglio, Da Monte (62′ Bolla), Rodriguez (73′ Longhi); Artico. A disp.: Cicutti, Schettino, Rosso, Pucino. All. Francesco Buglio

MARCATORI; 40′ pt Vacca, 45’pt  Rodriguez, 48′ st Evacuo, 60′ st Castaldo
ARBITRO: Mirko Mangialardi di Pistoia (Vitelli – Pignati)
NOTE: Ammoniti Palermo e De Liguori per comportamento non regolamentare. Angoli 10-2. 4000 spettatori di cui una quindicina provenienti da Alessandria. 

Gianluca Napolitano – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film