Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

La domanda di iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro la Salernitana l’ha presentata sul filo di lana. E per tirare un sospiro di sollievo, almeno per ora, si è attesa l’ufficialità della notizia diffusa dalla società in uno stringato comunicato stampa.“ La Salernitana Calcio ha presentato domanda di iscrizione presso la Lega Calcio per la partecipazione al prossimo campionato di Lega Pro. La domanda è aderente in tutti i suoi punti alle formalità prescritte. La Salernitana calcio 1919 attende fiduciosa l’esito delle istruttorie degli organi competenti”.

Null’altro. La giornata di ieri è stata convulsa e piena di appuntamenti per il patron granata. C’era da presentare la fideiussione di  quattrocento mila euro utili per l’iscrizione. Antonio Lombardi tramite il Credito Salernitano ha risolto la pratica. Capitolo Enpals. Bisognava presentare un piano di dilazione per ottocentocinquantamila euro di debito(luglio-aprile) più il versamento degli oneri pregressi che ammontavano a centonovantamila euro. E’ arrivato l’ok per rateizzazione dalla sede di Napoli con Lombardi che ha estinto il debito pregresso.

Discorso risolto già nei giorni scorsi e nei termini previsti, per le liberatorie. Tutto pagato con gli assegni circolari per gli otto tesserati( Cari, Furlan, Sgammato, Jadid, Caputo, Stendardo, Dionisi e Bastrini) che non avevano raggiunto l’accordo con il club granata. Nel pomeriggio poi, sarebbe stato superato anche lo scoglio dell’ Irpef con il debito da versare che ammontava ad un milione  e cinquantaduemila euro. Lombardi ha provato fino all’ ultimo a rateizzare l’importo di 652 mila euro per i mesi che vanno da luglio a dicembre ma pare che il parere positivo alla spalmatura non sarebbe arrivato.

Se così non fosse il patron avrebbe dovuto versare 400 mila euro subito, cash. Fonti vicine al presidente raccontano di una somma consistente versata per consentire l’iscrizione. Che sia tutto o una parte non è dato saperlo ed il nodo è tutto qui. Adesso la palla passa nelle mani della Covisoc che se ravvisa carenze dovrà comunicarlo entro il 6 luglio, ventiquattro ore più tardi le ammissioni o le esclusioni al campionato di Lega Pro. C’è anche l’accordo sull Arechi. Ma non la firma per il rinnovo della convenzione.

Carla Polverino – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film