Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

La Corte di Giustizia del Coni ha confermato i provvedimenti emessi dalla Figc, rigettando i ricorsi di Ancona, Figline, Potenza e Sangiustese.

I ricorsi sono stati esaminati dall’Alta Corte del Coni che ha giudicato irricevibile il ricorso presentato dal Figline e inammissibile quello del Potenza. Niente da fare anche per Sangiustese ed Ancona, che sperava in extremis di rientrare dalla porta secondaria nel calcio professionistico.

Un brutto colpo per le società interessate ai ricorsi, anche se erano in pochi a sperare in un ribaltamento delle decisioni prese dalla Federazione. Si chiudono quindi le porte del calcio professionistico per queste quattro società e per i loro tifosi. Resta ora da percorrere la strada della giustizia ordinaria ovvero del Tar. Riportiamo il testo integrale del comunicato che appare sul sito web del Coni.

“L’Alta Corte ha celebrato le quattro udienze afferenti ai relativi ricorsi  ex art. 21 del Codice dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio avverso i provvedimenti di diniego della Licenza Nazionale 2010/2011.

E’ stato rigettato il ricorso 10-2010 proposto dalla società A.C. Sangiustese s.r.l. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio avverso il provvedimento di diniego della Licenza Nazionale 2010/2011 (delibera di cui al C.U. n. 22/A della FIGC del 16/07/2010), con conseguente non ammissione della stessa società al Campionato di II divisione di Lega Pro (stagione sportiva 2010/2011).

E’ stato rigettato il ricorso proposto dalla società A.C. Ancona S.p.a. avverso il provvedimento di diniego della Licenza Nazionale 2010/2011 (delibera di cui al C.U. n. 17/A del 16/07/2010), con conseguente non ammissione della stessa società al Campionato di Serie B (stagione sportiva 2010/2011).

E’ stato dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla società Potenza Sport Club srl ontro la Federazione Italiana Giuoco Calcio avverso il provvedimento di diniego della Licenza Nazionale 2010/2011 (delibera di cui al C.U. n. 20/A della FIGC del 16/07/2010), con conseguente non ammissione della stessa società al Campionato di seconda divisione (stagione sportiva 2010/2011).

Infine, è stato dichiarato irricevibile il ricorso proposto dalla società A.C. Calcio Figline contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio avverso il provvedimento di diniego della Licenza Nazionale 2010/2011 (delibera di cui al C.U. n. 18/A del 16/07/2010), con conseguente non ammissione della stessa società al Campionato di Prima Divisione”.

Resta da segnalare che scade oggi il termine per presentare domanda di ripescaggio.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film