Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Durante la tradizionale cerimonia di apertura della nuova stagione calcistica, che si è svolta oggi a Firenze presso il Centro Tecnico di Coverciano alla presenza del numero uno della Figc Abete, il Presidente dell’Aia Marcello Nicchi (nella foto) ha salutato i 44 arbitri di Serie A e B.

Nicchi ha dichiarato: “Quella che inizia oggi è una stagione importante, che deve essere quella del rilancio e della riscoperta delle regole, dei regolamenti. Tutti gli arbitri sono sereni e pronti, soprattutto sereni. Tutti hanno un grande senso di correttezza, abbiamo in pratica due nazionali di arbitri, pochi anni fa sembrava che la classe arbitrale non avesse più un futuro, adesso non è così e i risultati si vedono”.

Anche il designatore degli arbitri di A, Stefano Braschi, ha parlato della stagione che sta per iniziare: “Il calcio di oggi non può permettersi di avere arbitri che pensano in un modo e altri in un modo diverso. Dobbiamo dare certezze perchè è questo che vuole il calcio, io non faccio promesse se non che cercheremo di fare le cose per bene, convinto che gli arbitri possano far fare bella figura alla Federazione e un servizio importante alla società”.

Queste infine le parole di Roberto Rosetti, designatore degli arbitri di B: “Abbiamo due obiettivi, onorare il campionato di B, che ha grande importanza, e parlare la stessa lingua della Serie A cercando di preparare gli arbitri del futuro e auspicando di riportare negli stadi i nostri figli con grande tranquillità”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film