Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Caro Ranieri, in questo modo no! Non è questa la Roma che i suoi tifosi sono abituati a vedere. Certo, a volte perdente, ma mai arrendevole e priva del possesso palla e della fantasia che l’hanno sempre contraddistinta. La sconfitta di Monaco, per come è maturata, ha un sapore doppiamente amaro, perché è mancata la voglia di giocare comunque fino alla fine, comunque vada. Dopo la batosta subita a Cagliari, la Roma avrebbe dovuto reagire diversamente e non certo con un catenaccio totale che non fa parte del suo dna.

Più che nelle dimensioni del risultato, la sconfitta la Roma l’ha subita sotto il profilo del gioco. Una squadra messa in campo con il solo scopo di fare barricate non poteva uscire da Monaco con il morale risollevato, neanche in caso di pareggio. Un’ umiliazione, quella subita dai colori giallorossi, ben più rilevante dei cinque gol incassati a Cagliari.

Non si può, e non si deve, snaturare una squadra per puntare a una partenza di campionato a rilento. Anzi, è forse questo il momento di insistere ancora sulle proprie idee. Invece stasera contro il Bayern si è vista una Roma in chiara antitesi con le sue naturali caratteristiche. Per non voler perdere si è usciti dal campo sconfitti due volte, senza quell’onore sportivo da sempre orgoglio dei giocatori e tanto amato dai tifosi giallorossi.

Ci spiace mister, la stima nei suoi confronti è tanta, ma stasera gran parte delle colpe della debacle della Roma le vanno addossate quasi totalmente. Una squadra senza senso e senza nerbo non è da lei: un dato che preoccupa più della falsa partenza in un campionato che ha ancora molto da dire. Non è questa la sua Roma e, speriamo di non rivederla mai più così remissiva in campo.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film