Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Il Procuratore Federale, esaminati gli atti e valutate le risultanze dell’istruttoria espletata dalla Co.Vi.So.C. ai fini dell’ammissione ai campionati professionistici 2010-2011, ha deferito dieci club di Lega Pro (tra Prima e Seconda Divisione) alla Commissione Disciplinare Nazionale (CDN).

I club di Prima Divisione interessati dal rinvio a giudizio sono cinque: Salernitana e Spal  (girone A), Cavese, Foggia e Foligno (girone B). Sono previste penalizzazioni di entità variabile, a seconda dei singoli casi, che potrebbero comunque sconvolgere le classifiche dei rispettivi campionati.

Da domani sono attesi i primi provvedimenti della CDN, visto che si inizieranno a svolgere i dibattimenti per l’esame delle singole situazioni.

Ricordiamo che le cinque società di terza serie nazionale non completarono, entro il termine perentorio previsto (30 giugno), le procedure previste dalla rigida normativa federale. Fuurono pertanto, in prima istanza, escluse dal campionato. La loro riammissione avvenne dopo un’ulteriore istruttoria della Covisoc e per decisione del Consiglio Federale della Figc.

Le norme federali in materia sono categoriche e non lasciano spazio a molti dubbi. Per ogni singolo inadempimento è previsto un punto di penalizzazione.

La CDN ha fissato il calendario per i dibattimenti. Domani 27 ottobre: Cavese, Foggia e Spal (Prima Divisione), Catanzaro, Rodengo e Sangiovannese (Seconda Divisione). Giovedì 28 ottobre: Ascoli (serie B), Foligno e Salernitana (Prima Divisione), Canavese e Villacidrese (Seconda Divisione).

Una delle società più inguaiate sembra la Cavese (girone B). Chiarificatrici in questo senso le dichiarazioni rilasciate dall’avvocato Chiacchio, esperto in materia e difensore del club blufoncè avanti alla CDN che esaminerà il caso domani 27 ottobre.

Le inadempienze contestate ai metelliani sono in totale otto e precisamente: fideiussione bancaria, Irpef,Enpals, Ires, Irap, Iva, ripianamento carenza patrimoniale, superamento della situazione prevista dall’articolo 2482. Nessun altro club ha tanti addebiti quanti la Cavese.

Se i punti contestati sono 8, ha precisato Chiacchio, vuol dire che il Procuratore federale chiederá 8 punti di penalizzazione. Si tratta di capire se, in caso di cumulo, si potranno ottenere riduzioni della pena. Tuttavia tale ipotesi non è affatto circostanziata dalle norme federali.

Va ricordato che la situazione potrebbe rapidamente peggiorare a partire dal 15 novembre, visto che da quella data i controlli della Covisoc diventeranno trimestrali (leggete QUI tutti i particolari) e molte società di Lega Pro sono già in grave affanno con gli adempimenti previsti.

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Classifica Girone A (in rosso i club deferiti): Sorrento e Salernitana 19;  Alessandria 18;  Spal 17; Reggiana, Gubbio e Lumezzane16; Cremonese e Sudtirol 13; Hellas Verona, Pergocrema e Pavia 12; Spezia e Bassano 11; Paganese 10; Monza 9; Ravenna e Como 8 

Classifica Girone B (in rosso i club deferiti): Nocerina 21; Atletico Roma 20; Gela 19; Taranto e Benevento 18; V. Lanciano 16; Foggia 15; Juve Stabia e Cosenza 13; Foligno e Pisa 12; Lucchese 11; Cavese e Viareggio 10; Andria e Ternana 9; Siracusa 8; Barletta 6

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film