Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Il Benevento fa sul serio. Si aggiudica con pieno merito l’atteso derby con la Cavese dell’ex presidente giallorosso Pino Spatola e si posiziona ad una sola lunghezza dalla capolista Nocerina. Bella partita quella disputatasi oggi per la prima volta al “Ciro Vigorito” di Benevento, tra sanniti e metelliani che si sono affrontati a viso aperto e senza esclusione di colpi. Eroe di giornata in casa giallorossa il capitano Giampiero Clemente che all’11’ del primo tempo a volo, da sotto misura, batteva imparabilmente Botticella. Dopo il gol il Benevento conteneva senza troppi affanni gli attacchi della Cavese, cercando di ripartire sulle corsie  esterne. Nella ripresa il Benevento con il passare dei minuti legittimava il vantaggio, con diverse azioni che, riscaldavano le mani alla tifoseria giallorossa, e  sfioravano più di una volta la rete del raddoppio. Finisce così uno a zero questo derby campano, tra gli applausi convinti di tutto lo stadio a favore dei propri beniamini. Troppo forte e determinato oggi questo Benevento per una pur buona, ma inconcludente, Cavese. Nono risultato utile consecutivo per i giallorossi e vetta che si avvicina sempre di più, domenica dopo domenica. La Cavese vista oggi, soprattutto quella del primo tempo, pensiamo non avrà grosse difficoltà nel raggiungere l’obiettivo salvezza. Passiamo ora al racconto della gara:

PRIMO TEMPO: Circa 4.000 gli spettatori presenti per questo ormai storico derby campano di terza serie. Settore ospiti desolatamente vuoto. Cuttone, dopo la conta degli infortunati e degli squalificati (Pedrelli, Grauso, Bianco e Landaida) ha optato per un classico 4-4-2. Spazio quindi in difesa al rientrante Formiconi sulla destra e a Signorini in luogo dello squalificato Landaida. Sorpresa a centrocampo con l’inserimento in mediana del talentuoso Antonio Vacca Junior in coppia con  Pacciardi. Corsie laterali affidate ai terribili D’Anna, sulla destra, e Zito dalla parte opposta.  In attacco la consolidata coppia  Evacuo-Clemente con quest’ultimo al rientro dopo la squalifica. Mister Rossi schiera la Cavese con il consueto 4-3-3, segno evidente di volersi giocare la partita a viso aperto. In avanti il trio terribile Schetter-Bernando-Ciano. Nei primi minuti il Benevento fa un po’ di fatica ad assestarsi, soprattutto nella zona nevralgica del campo. Ma quando riparte la squadra di Cuttone fa paura. E Cosi al primo vero affondo all’11’ il Benevento passa: azione manovrata sulla tre quarti, Evacuo serve Palermo che va sul fondo e crossa sulla testa di Evacuo che fa da sponda sul secondo palo dove Clemente, ben appostato, a volo fulmina Botticella per l’esplosione di gioia di tutto lo stadio. La Cavese non ci sta e cerca di riproporsi in avanti, ma al 13’ ancora Clemente supera in area Botticella; un difensore salva a pochi metri dalla linea di porta. Al 25’ l’azione più pericolosa di marca metelliana con Bernando che, sugli sviluppi di un angolo, non riesce a calciare con forza una palla in mischia.  Scampato il pericolo il Benevento rinsalda le file e controlla agevolmente le azioni d’attacco dei metelliani, grazie anche alla giornata positiva di tutto il pacchetto arretrato con Signorini e Siniscalchi sugli scudi. Finisce con il Benevento in vantaggio per una rete a zero la prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO: Nella ripresa tutti si aspettavano la rabbiosa reazione della Cavese, invece la squadra di Rossi (espulso per proteste), se si esclude il tiro al 9’ di Bacchiocchi, ben parato da Aldegani, con il passare dei minuti si è sciolta come neve al sole, denotando qualche carenza sotto il profilo atletico. Poi con l’uscita per infortunio di Schetter, autentico uomo ovunque dell’undici metelliano, per la Cavese è stata notte fonda. Il Benevento dal canto suo ha iniziato  a macinare gioco soprattutto sugli esterni con D’Anna e Zito devastanti e con il baby Vacca che ha deliziato il pubblico con giocate di alta scuola. Ci ha provato prima D’Anna al 17’ che ha calciato appena entrato in area, ma Botticella ribatteva e poi Evacuo al 25’ che di forza dopo aver saltato Troise e a tu per tu con Botticella colpiva la traversa con un delizioso pallonetto. Il Ciro Vigorito, diventava una bolgia, ma i giallorossi, benché ormai padroni del campo non riuscivano ad ottenere la rete della sicurezza.  L’ultimo brivido lo regalava Evacuo che al 90’ lanciato in profondità si faceva stoppare, sulla tre-quarti, da Botticella in uscita. Dopo 5’ minuti di recupero il direttore di gara mandava tutti sotto la doccia, con i giocatori giallorossi tutti abbracciati, riserve comprese, per un urlo liberatorio. Domenica altro turno casalingo per i giallorossi a cui verrà a far visita l’Andria dell’ex Papagni, e con la Nocerina impegnata in casa con i terribili ragazzini di Zeman. Potrebbe essere la giornata del sorpasso? Staremo a vedere cosa ci regalerà ancora questo appassionante campionato.

SALA STAMPA: Prima della conferenza stampa un commosso presidente Oreste Vigorito ha voluto ufficialmente ringraziare tutte le persone  che gli sono state vicine in questi giorni difficili. Sull’intitolazione dello stadio a suo fratello Ciro ha commentato che lo stadio rimarrà sempre la “casa” di tutti. Mister Cuttone nel commentare la gara ha sottolineato che la sua squadra dopo il gol del vantaggio ha cercato di contenere gli attacchi della Cavese, cercando di ripartire sugli esterni. L’unico neo di questa gara, secondo il mister, quello di non essere riusciti a chiudere l’incontro viste le diverse occasioni create. Soddisfatto della sua prova anche il forte centrale difensivo Andrea Signorini che oggi ha praticamente annullato il capocannoniere del girone Ciano. 

BENEVENTO: (4-4-2) Aldegani; Formiconi, Siniscalchi, Signorini, Palermo; D’Anna (76′ La Camera), Pacciardi, Vacca, Zito; Evacuo, Clemente (65′ Joelson). A disp.: Baican, Zullo, Cedrola, Pintori, Viola. All.: Cuttone
CAVESE: (4-3-3) Botticella; M. Ciano (39′ Citro), Cipriano, Pagano (50′ Troise), Sirignano; Alfano, Zampa, Bacchiocchi; C. Ciano, Bernardo, Schetter (59′ Turienzo). A disp.: Faggiano, Quadrini, Di Napoli, Sifonetti. All.: Marco Rossi
Arbitro: Denis Santonocito di Abbiategrasso (Pulcini-Grasso)
Marcatore: 11′ Clemente
Espulso: mister Marco Rossi
Ammoniti:Palermo, Zito, M. Ciano, Alfano e Botticella
Spettatori: Circa 4.000.
Recupero: 1′ pt, 5′ st. 

Gianluca Napolitanowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film