Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Emozioni senza fine nel derby campano tra Juve Stabia e Nocerina. Nei primi minuti della partita, i molossi subiscono l’aggressività dei padroni di casa che passano al 9′: l’incornata di Fabbro non lascia scampo a Gori. I ragazzi di Auteri rischiano di capitolare nuovamente, ma in chiusura di prima frazione hanno uno scatto d’orgoglio che frutta il pari. Il colpo di testa di Negro risulta letale per Fumagalli. Non è finita. A inizio ripresa, i rossoneri raddoppiano: Catania, servito da Castaldo, griffa la seconda marcatura. Gli ospiti vanno vicini al tris, ma sono le vespe a pareggiare la contesa per merito di Albororo che approfitta di un  black out difensivo degli avversari. La gara finisce 2-2 con i molossi che conservano la vetta. 

Un rete di Clemente all’11’ del primo tempo decide un altro derby campano, quello tra Benevento e Cavese. Gli stregoni sbloccano l’incontro al primo assalto, ma devono subire il ritorno degli aquilotti che sfiorano il pareggio nella prima frazione di gioco. Muta il canovaccio nella ripresa, quando i giallorossi di casa legittimano la vittoria andando vicini alla seconda rete con il bomber Evacuo. Finisce 1-0 per i sanniti che si avvicinano alla vetta della classifica. 

Ritorna alla vittoria l’Atletico Roma, baciato dalla fortuna e da una direzione arbitrale discutibile. A farne le spese è il Gela, formazione volitiva, ma condannata dalla malasorte e da qualche ingenuità di troppo. Dopo un discreto avvio di gara, i siciliani si ritrovano in dieci uomini per un banale fallo di reazione di Franciel su Padella. Malgrado l’inferiorità numerica, i ragazzi di Provenza spingono alla ricerca del gol, ma un superlativo Ambrosi si oppone alle conclusioni degli avanti locali. Il portiere capitolino viene anche salvato dal palo dopo la mezzora del primo tempo. I romani si svegliano ad inizio ripresa incanalando il match: al 7′ è Padella a sbloccare il risultato, mentre al 23′ una punizione di Franchini manda in archivio la gara, almeno in teoria. Perchè, in pratica, Bigazzi la riapre, un minuto dopo il raddoppio ospite, con un preciso diagonale. Nell’ultima parte della contesa, i gelesi dilapidato altre occasioni per agguantare il pari e alla fine restano con le pive nel sacco (e in nove per l’espulsione di D’Amico per proteste). Termina 1-2 per gli uomini di Incocciati che riavvicinano la vetta in attesa del recupero contro la Juve Stabia.   

Tutto in nove minuti, dal 27′ al 36′ del primo tempo: bastano due colpi assestati rispettivamente da Bellomo e Simoncelli per mandare K.O. un fragile Foligno. I falchetti si inginocchiano di fronte al Barletta, cinico e pragmatico. Neanche la superiorità numerica della ripesa, a causa dell’espulsione di Simoncelli (per doppia ammonizione), riesce ad agevolare la rimonta degli umbri che devono incassare un perentorio 0-2 casalingo contro l’ultima in classifica. 

Accarezza i tre punti il Siracusa di Ugolotti che dilapida maldestramente l’iniziale 2-0. Infatti i siciliani passano in vantaggio al 7′ del primo tempo con Perra, per poi raddoppiare su colpo di testa di Cosa al 17′. Il Pisa non sta a guardare e riesce ad accorciare le distanze due minuti più tardi: Tabbiani batte una punizione per l’incornata di Miani. Nella ripresa il Siracusa non riesce a mettere a segno la rete della sicurezza, malgrado la superiorità numerica provocata dall’espulsione di Reccolani (per doppia ammonizione). I toscani si riversano disperatamente in avanti e vengono premiati nei minuti di recupero: il portiere Baiocco atterra in area Mosciaro e l’arbitro decreta il rigore. Dagli undici metri è lo stesso attaccante nerazzurro a realizzare la rete del definitivo 2-2. 

Il festival delle omissioni caratterizza Virtus Lanciano-Taranto, gara che termina a reti inviolate. I frentani, comunque, sono più attivi e colgono un palo per tempo: nel primo (al 8′) a opera di Di Gennaro, mentre nel secondo (al 17′) su inzuccata di Colombaretti. Da parte loro, gli jonici impauriti più da se stessi che dall’avversario iniziano positivamente il nuovo corso del tecnico Dionigi. In ogni caso il neo trainer avrà ancora tanto da lavorare sia sotto il profilo tattico che psicologico. 

Tirato e avvincente il derby toscano tra Viareggio e Lucchese. Un tempo per parte produce un salomonico risultato di parità (1-1). A portarsi in vantaggio sono gli ospiti grazie a un colpo di testa di Marotta al 3′ del secondo tempo. La reazione degli uomini di Scienza, però, è veemente e viene premiata al 27′ dalla marcatura d’opportunismo di D’Onofrio. I viareggini insistono sfiorando il match ball in un paio di circostanze. Di contro i rossoneri soffrono, ma riescono a resistere fino al termine, malgrado l’espulsione di Michelotti (per doppia ammonizione al 41′ del s.t.) che li lascia in dieci negli ultimi minuti di gara. 

L’equilibrio dura fino alla mezzora in Foggia-Ternana. Determinante è l’episodio che muta il corso dell’incontro: il portiere degli umbri Visi stende Agodirin in area. L’arbitro decreta il penalty che viene trasformato da Insigne. Le fere scompaiono dal campo e i satanelli ne approfittano dilagando nella ripresa: al 1′ Sau raddoppia, mentre al 21′ e 31′ sono rispettivamente Agostinone e Kone a chiuderei conti. La vittoria dell’undici di Zeman acquisisce maggiore valenza, perchè le ultime due marcature sono realizzate in inferiorità numerica per l’espulsione di Palermo al 15′ della ripresa. 

L’Andria spreca e si lascia raggiungere dal Cosenza, formazione mai doma. I pugliesi realizzano la rete al secondo giro di lancette: Moro risolve una mischia in area cosentina. Gli uomini di Papagni legittimano il vantaggio mancando di un soffio il raddoppio in un paio di circostanze. I lupi, però, sono in agguato e colgono un legno su incornata di Biancolino al 23′ del primo tempo. Nella ripresa gli andriesi continuano a spingere e colgono la traversa con Chiaretti al 18′. Gli ospiti, comunque, continuano a crederci e agguantano il pareggio al 36′ per merito dell’inzuccata di Daud. 

Enrico Losito www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film