Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

La Serie A TIM (QUI i particolari) e tutte le altre Leghe (Premier inglese, Bundesliga tedesca, Liga spagnola e Ligue 1 francese) di massima serie del calcio europeo (QUI i particolari) non se la passano davvero male dal punto dei vista dei fatturati. Ovunque sono in crescita esponenziale, un mezzo paradosso considerata la grave crisi economica che attanaglia il Vecchio Continente e non solo.

La vera gallina dalle uova d’oro, però, è la Champions League. Da quando l’Uefa ha introdotto la nuova formula, la principale coppa europea sta elargendo milioni di euro in quantità industriale.

Secondo l’analisi di Stage Up, riportata dal quotidiano L’Avvenire, dal 2003 a oggi la squadra che ha incassato più di tutti è il Manchester United. Il club inglese ha messo insieme la bella cifra di 216,6 milioni di euro, ma naviga lo stesso in un mare di debiti (i Glazer, magnati americani proprietari della storica società, hanno innalzato il rosso di bilancio alla ragguardevole cifra di un miliardo).

L’Inter del presidente Massimo Moratti, grazie al successo centrato nel maggio scorso al Bernabeu contro il Bayern Monaco, occupa un ottimo quarto posto con il ragguardevole incasso di 174 milioni.

Il Milan è nono con 154 milioni, che il club del presidente Berlusconi ha raccolto grazie alle sue sei partecipazioni al torneo.

Quest’anno la torta da dividere sarà spettacolosa. L’Uefa metterà sul piatto dal quale si serviranno i fortunati club ammessi alla spartizione la cifra fantasmagorica di 758,6 milioni di euro, vale a dire quasi 10 in più della stagione scorsa.

La semplice partecipazione ai gruppi eliminatori corrisponderà a un controvalore di 3,9 milioni di euro, a prescindere dalla qualificazione. A questa cifra bisognerà sommarne 800 mila in caso di vittoria e 400 mila per il pareggio.

Chi va più avanti nel torneo guadagna ovviamente di più. Per chi arriva agli ottavi il bonus previsto è di 3 milioni, 3,3 per i quarti e 4,2 per la semifinale. Chi si aggiudica la Coppa, di milioni ne incassa 9 milioni.

Cifre stellari, che non includono il marketing e il ticketing (cioè gli incassi del botteghino). E poi dicono che il calcio è in bolletta.

Non sarebbe il caso di destinare qualche briciola alle categorie minori del calcio professionistico escluse dal paese di Bengodi (Serie Bwin, Prima e Seconda Divisione di Lega Pro) che, in Italia, sono alla canna del gas? Questa è la domanda.

Champions League, proventi Uefa stagione 2009-10

Europa League, proventi Uefa stagione 2009-10

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film