Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – So. Gian.) Nella giornata di ieri la Lega Calcio ha rimesso in vendita i diritti televisivi torna­ti in suo possesso, dopo lo sfaldamento del piano che avreb­be dovuto riportare in vita Dahlia tv.

La pay tv svedese è ormai fuori da tutti i giochi. Dopo il passo indietro del gruppo Wallenberg (azionista prin­cipale) e la messa in liquidazione, il ritiro di Telecom Italia Media ha fatto saltare l’opzione della newcom ventilata dalla Made di Filippo Chiu­sano.

Il fallimento del concordato ha indotto i vertici della Lega a ripiegare sul piano B. Vale a dire tornare proprietari dei diritti tv e rivenderli al miglior offerente per quel che resta del biennio contrattuale (scadenza 30 giugno 2012).

L’opera­zione è partita in fretta e furia. Il sito web della della Lega Serie A Tim ha annunciato ufficialmente la messa all’asta del Pacchet­to D-Silver Live per la piattaforma digitale a pagamento “con singo­le e autonome trattative”.

L’asta prevede tempi brevissimi. Il termine scade alle 15 di oggi, meno di 24 ore dall’annuncio. Gli ostacoli tecnici non sono insor­montabili. Le partite so­no tutte prodotte, considerato che il segnale deve comunque partire per le dirette di Sky. Manca solo il canale a pagamento destinato a ospitare le immagini, come pure il supporto giornalistico alle gare che saranno irradiate.

In questo mo­mento l’unica soluzione praticabile, visti i tempi ristretti, sembra essere quella del subentro di Mediaset. Non esistono altre emittenti pronte a essere operative in un così breve arco di tempo. Chi, se non Mediaset, è oggi in condizione di aggiudicarsi l’asta indetta dalla Lega?

Se ciò accadesse, si verrebbe a creare il temuto duopolio in tema di teletrasmissione a pagamento delle partite di A e B: Sky sul satel­lite e Mediaset Premium sul digitale. Un’evenienza che potrebbe, in breve, portare a un forte deprezzamento dei diritti tv per mancanza di concorrenti.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni3 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film