Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Le televisioni a pagamento tengono sotto scacco la Serie A Tim. Sky e Mediaset, veri padroni del vapore, impongono un palinsesto che mal si accorda con la effettiva regolarità del torneo.

I club, pur di attingere ai lucrosi diritti televisivi che rappresentano la loro (quasi) unica fonte di sostentamento, sono disposti a tollerare tutto. Nessuno pensa più ai tifosi, architrave del sistema.

La 36a giornata, terzultima del torneo, è stata spalmata su tre giorni (si deve ancora giocare Juventus-Chievo, in programma stasera alle 20.45). Anche la 37a (e penultima) sarà suddivisa in due giorni. Solo nella 38a e ultima le partite di serie A avranno inizio in contemporanea. In notturna, ovviamente.

Al di là delle (in)comprensibili esigenze delle invasive pay tv, questo indigesto spezzatino è davvero conforme alla regolarità del torneo? I dubbi in merito sono a tal punto forti e chiari, che sembra perfino inutile starci a disquisire sopra oltre misura.

Resta un mistero glorioso. La Figc non ha proprio niente da dire in merito? La Federcalcio di Giancarlo Abete, nella sua qualità di garante del calcio italiano nel suo complesso, ritiene davvero che sia tutto a posto quando niente sembra in ordine?

Ai posteri l’ardua sentenza. Certo è che la deriva del sistema non accenna minimamente ad arrestarsi.

Non era questo il calcio che sognavamo

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film