Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Stefano Cordeschi) Dopo il drammatico finale di campionato che ha portato all’inopinata retrocessione della Sampdoria, proprio nell’anno dei preliminari di Champions e del ventennale dello scudetto, i nodi cominciano a venire al pettine.

Ai cori di domenica al Ferraris, che volevano attestare il sostegno alle maglie, seguono le prime dure contestazioni. Le decisioni della dirigenza (cessioni di Cassano e Pazzini, smantellamento dello staff organizzativo, esonero di mister Di Carlo per Cavasin) hanno lasciato il segno.

Un gruppo di tifosi blucerchiati, prima degli allenamenti a Bogliasco per preparare l’ultima di campionato, ha pesantemente contestato Cavasin e i giocatori. E’ la terza volta che accade in questa stagione. Stavolta i giochi sono fatti. La Doria è dolorosamente finita in serie B. La scena è andata in onda al centro sportivo. Sui muri del Gloriano Mugnaini è anche apparsa la scritta “Seria A subito!”.

Al momento dell’arrivo di Angelo Palombo, i sostenitori della Samp lo hanno invece applaudito. Gli hanno chiesto addirittura di “picchiare” i compagni di squadra e lo hanno pregato di restare in blucerchiato anche in Serie B.

Il giocatore, come pure l’attaccante Pozzi, ha già detto che non intende lasciare la Samp per guidarla a un pronto ritorno in A dalla cadetteria (come è avvenuto quest’anno per Atalanta e Siena). Sarebbe già un buon inizio ripartire da Palombo, cuore di capitano. La palla ora passa ai Garrone.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film