Connect with us

Pubblicato

il

Il Consiglio Federale ha demandato ai presidenti della Lega Pro (Macalli) e della Lega Nazionale Dilettanti (Tavecchio) di mettere a punto la normativa che regolamenterà le riammissioni e i ripescaggi in Prima e Seconda Divisione nazionale.

Criteri. Sono gli stessi dello scorso anno. Saranno tenuti presenti tre parametri: 1. piazzamento in classifica (valore 50%); 2. storia del club (25%), 3. media degli spettatori negli ultimi 5 anni (25%).

Esclusioni. Non sono ripescabili le squadre che negli ultimi cinque anni hanno già goduto di un ripescaggio nel campionato dove dovrebbero essere nuovamente inserite.

No al doppio salto di categoria. La novità è che non saranno più consentiti da quest’anno i doppi salti di categoria. Chi ha vinto il proprio girone di serie D si fermerà in Seconda Divisione e non potrà essere ripescato in Prima Divisione. Chi è stato promosso dall´Eccellenza in serie D non potrà essere ammesso in Seconda Divisione.

Fideiussioni. Molto elevati gli importi delle fideiussioni che occorrerà predisporre per il ripescaggio. Per la Prima Divisione si parla di 600mila (l´anno scorso 400mila) e per la Seconda di 300mila (l´anno scorso era 200mila).

Versamento a fondo perduto. A queste cifre va aggiunto un versamento a fondo perduto a favore della Figc. L’anno scorso era 400mila per la Prima Divisione e 200mila per la Seconda Divisione. Gli attuali importi non sono stati ancora resi noti, anche se si pensa che quello per la Seconda Divisione sarà ridotto.

Graduatorie. Una volta stilate le graduatorie ed eliminati i club non aventi diritto rispetto ai criteri di esclusione, si procederà ai ripescaggi nel caso siano state escluse dalla Lega Pro oltre 14 squadre (QUI i particolari).

Format. Il format massimo consentito in Lega Pro sarà in questo caso di 76 squadre tra Prima e Seconda Divisione: 36 in Prima (due gironi da 18) e 40 in Seconda (due gironi da 20). Si tratta del primo passo verso una Lega che sarà costituita da 60 club ( in una Divisione unica) nell’arco di tre anni.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 giorni fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film