Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Sulla spinosa questione dei diritti tv correlati ai bacini di utenza tutto è passato nelle mani della commissione annunciata dall’assemblea di serie A lunedì scorso, proposta dal presidente della Juventus Andrea Agnelli nel tentativo di arrivare a una mediazione.

Nell’organismo sono rappresentate le “cinque sorelle” (Inter, Juventus, Napoli, Milan e Roma), mentre lo schieramento messo in campo dalle medio-piccole è più eterogeneo.

La commissione si riunirà per la prima volta lunedì prossimo. Le trattative proseguiranno a oltranza con l’obiettivo di raggiungere un punto di intesa entro il 6 giugno, data in cui è stata fissata la prosecuzione dell’Assemblea considerata ancora aperta.

Le cinque grandi, considerata la concomitanza con la decisione del Coni sul ricorso presentato contro l’attuazione della delibera del 15 aprile sulle società demoscopiche, hanno chiesto all’Alta Corte di rinviare il giudizio. Sul punto c’è stato qualche attrito in merito alla redazione del documento: Inter e Milan da una parte, Juventus dall’altra.

Le quindici medio-piccole, pur accettando di sedersi al tavolo delle trattative, hanno però già firmato i contratti con le società demoscopiche incaricate di stabilire i criteri di definizione dei bacini di utenza ai sensi della Legge Melandri-Gentiloni.

La commissione sarà chiamata anche a stabilire le linee guida per la vendita dei diritti tv a partire dal 2012. Resta ancora in sospeso la fatturazione dell’ultima rata sui diritti tv. E’ stata respinta la proposta del presidente della Lazio, Lotito, di legarla a un anticipo sulle quote della prossima stagione.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi