Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Stefano Cordeschi) Il calciomercato dell’Inter si prospetta sfavillante (QUI i particolari) anche se con un occhio particolare ai giovani talenti italiani (QUI i particolari).

L’obiettivo numero uno del mercato nerazzurro resta però “El Niño Maravilla” ovvero Alexis Sanchez. Ieri il presi­dente dell’Inter Massimo Moratti ha in­contrato il suo collega dell’Udinese Gino Pozzo. Si tratta di capire se vale la pena proseguire la trattati­va per un giocatore voluto da mezza Europa.

Sanchez, il prezzo sale. C’è la fila alla porta di Pozzo per portare a casa Sanchez. In Italia è in corso un acceso duello con la Juventus. In Premier League premono Manchester City e Chel­sea. Dalla Liga arrivano le sirene del Real Madrid. Una concorrenza che sta facendo lievitare maledettamente il prezzo del giocatore La valutazione del gioiello friulano si aggira sui 35-40 milioni.
A Udine i tifosi premono per tenerlo. I tifosi bianconeri vorrebbero che il bomber rimanesse a Udine, anche nella prospettiva Champions. Sanchez ha furbescamente passato la palla a patron Pozzo (uno che da sempre sostiene che il cileno “non ha prezzo”) dicendogli semplicemente: “Dipende da lei”.

Quanto vuole sborsare Moratti? Il club di Moratti è pronto a un esborso non superiore a 15 o 20 milioni. C’è anche il resto dei reparti da rinforzare. Come potrà dunque l’Inter arrivare al­la cifra fissata dall’Udinese per contenere il cash da versare nelle casse friulane?

Il piano di Moratti. Moratti si propone di offrire delle contropartite tecniche, considerata la vastità della rosa a disposizione di Leonardo. Si è parlato di Coutinho, Mariga e Santon. C’è però un ostacolo pressocchè insormontabile: questi giocatori hanno ingaggi troppo onerosi per gli standard di Pozzo. Mariga prende 1,5 milioni netti a stagione e Santon 1,3. Difficile che possano essere inseriti nell’ operazione.

Il piano alternativo
. Ecco allora spuntare i tanti giovani che l’Inter annovera nel­la rosa della prima squadra, i tanti altri che possiede in giro per l’Italia (in prestito fra serie A e B) e i migliori elementi di una Primavera di lusso. Di chi si sta parlando allora? Dei due nigeriani Obi e Nwankwo (comproprietà con il Parma), del terzino Donati (ha collezionato ben 14 presenze in serie A con il Lecce di de Canio), dei Primavera BiraghiFaraoni e Crisetig. A questi si potrebbero aggiungere anche Caldirola (promesso alla Sampdoria di Garrone) e la punta romena Alibec. Resta fermo, infine, che Moratti potrebbe dare una mano a Pozzo per cercare un valido sostitu­to di Sanchez. Potrebbe essere Ramirez (Bologna), ma in questo caso ci sarebbe da aggiungere un esborso che non rientra comunque nei piani nerazzurri.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

 

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film