Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Stefano Mutolo) L’ad del Milan Adriano Galliani aveva prospettato un calciomercato rossonero al ribasso, di fatto circoscritto all’arrivo di una mezzala sinistra (QUI i particolari). Poi è intervenuto Allegri (nella foto), che ha cominciato a parlare del possibile ingaggio di un trequartista o forse due (QUI i particolari). Il fatto è che, dopo la partenza di Pirlo in direzione Juventus e la grana dei rinnovi contrattuali con la vecchia guardia ancora in fase di soluzione, si delinea numerosi cambiamenti in casa rossonera. La squadra va svecchiata e il presidente Berlusconi ha promesso un regalo ai suoi tifosi per festeggiare il 18° scudetto. Vediamo come stanno le cose.

Di nuovo alla carica per Hamsik. Il calciomercato sinistro continua a ruotare sul solito nome. E’ quello di Marel Hamsik, oggetto del desiderio per Allegri e dunque anche per Galliani. Lo slovacco gioca sia da mezzala sinistra che da trequartista. Ingaggiandolo, si prenderebbero due piccioni con una fava. Anche se il presidente De Laurentiis (che ha risolto ieri la querelle con Mazzarri) insiste a dire che il trio delle meraviglie (Cavani, Hamsik e Lavezzi) non è sul mercato, in realtà il buon Marel ha un prezzo già fissato (30 milioni). Il Milan è pronto. Sul piatto il Milan metterebbe innanzitutto Cassano. Il popolare Fantantonio non ne può più di fare la riserva al Pato o al Robinho di turno e vorrebbe giocare la Champions da protagonista.Con lui si potrebbe trasferire a Napoli anche il greco Papastathoupolos, chiuso a Milano da troppi concorrenti. Ai due giocatori Galliani aggiungerebbe un robusto assegno compreso tra i 15-20 milioni. Un’offerta che potrebbe piegare la resistenza del presidente partenopeo e portare Hamsik alla corte di Allegri.

Le altre trattative.Le mire del Milan non si fermano ad Hamsik. Si è riaperta la pista Montolivo. Il capitano viola ha fatto sapere ai Della Valle che vuole chiudere la sua avventura con la Fiorentina. Il gruppo messo in piedi da Prandelli, a un anno dalla sua partenza, si è letteralmente liquefatto. La strada di Montolivo in direzione Milano trova qualche ostacolo in una concorrenza numerosa e agguerrita (in prima fila c’è la Juventus). Ma con Pantaleo Corvino la trattativa è aperta. Resta sempre in piedi il discorso con l’Udinese di Pozzo per Asamoah. Il giocatore piace molto ad Allegri. A conferma, si parla di un abboccamento svoltosi presso un ristorante della città friulana tra il tecnico livornese e l’agente del giocatore ghanese.

I casi spinosi della vecchia guardia. C’è ancora da risolvere con il Genoa il riscatto di Boateng.  La soluzione potrebbe essere quella di trasferire alla corte di preziosi il giallorosso Borriello, nel caso in cui la Roma decidesse di non esercitare i propri diritti con il Milan. C’è da decidere il destino di Seedorf, molto tentato dall’avventura brasiliana, e quello di Gattuso (il popolare Ringhio aspetta notizie certe dai russi dell’Anzhi: se non arrivassero resterà con Allegri).

Cosa vuole fare Ibrahimovic? Il suo agente Raiola  ha rilasciato ieri una dichiarazione sibillina: “Non è detto che il Milan sia l’ultima squadra di Ibrahimovic”.  Ciò potrebbe significare che il suo assistito ha intenzione di completare il giro dei top club. Dopo Inter e Milan, per Ibra sarebbe la volta del Real Madrid di Josè Moutrinho. “Una sfida affascinante per lui, ma Perez dovrebbe presentarsi da Galliani con un assegno sostanzioso”, conclude Raiola. In realtà Ibrahimovic  restarebbe volentieri a Milano almeno un altro anno, anche in prospettiva Champions. Ma Raiola è d’accordo?

Stefano Mutolowww.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film