Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Alla Roma è in dirittura di arrivo Luis Enrique, giovane tecnico spagnolo, attualmente alla guida della formazione B del Barcellona. Tanto per intenderci, quella che annoverava nelle proprie fila, quel Pedrito, in gol nella finale di Champions vinta dalla formazione di Guardiola. Non una formazione qualsiasi e, mal paragonabile al calcio italiano, visto che non si può omologare alle nostre formazioni Primavera. Di lui parlano bene un po’ tutti, in primis Bep Guardiola che, pochi giorni fa, ha elogiato l’ex blaugrana, definendolo un allenatore dal sicuro futuro.

Scommessa Enrique. Una scommessa, forse, da parte della Roma, di certo Enrique non ha grande esperienza come allenatore, per quanto riguarda formazioni della massima serie. Dalla sua però può vantare una carriera da giocatore di indubbio valore, coronata da moltissimi successi, nazionali ed internazionali. Anche da giocatore era considerato un leader su cui fare affidamento, specialmente nelle situazioni difficili.

Diffidenza romana. Eppure a Roma c’è qualcuno che non riesce proprio a distaccarsi dai soliti nomi noti. C’è chi vorrebbe Ancelotti, chi vedrebbe di buon occhio un ritorno di Spalletti, chi addirittura vorrebbe veder seduto sulla panchina giallorossa l’ex Lazio, Delio Rossi. Si apre subito con buona parte di scetticismo il mercato giallorosso, legato soprattutto al nome del successore di Montella. Ma c’è anche chi vede nel tecnico spagnolo una ventata di aria fresca, slegata dai soliti stereotipi, volta ad un ringiovanimento generale di una squadra apparsa ormai sulle gambe. La nuova società si è affidata a indubbi professionisti del settore, proprio per una sorta di mini rifondazione. E i presupposti partono proprio dalla scelta del tecnico.

Sabatini chiede chiarezza. Ma non solo la questione Enrique, tiene banco in casa giallorossa. Il futuro Ds Sabatini chiede a gran voce chiarezza e possibilità di poter operare in fretta, per portare alla corte del nuovo tecnico almeno tre giocatori di livello. Molti i contatti presi da Sabatini, specialmente in Argentina, da dove dovrebbero arrivare almeno due dei giocatori promessi, a rinforzo della attuale rosa. Insistente il nome di Lamela che, alla fine, potrebbe veramente arrivare a Trigoria. Ma indiscrezioni parlano anche  di Clichy, 25enne terzino in forza all’Arsenal, e del 20enne portiere Brasiliano del Santos, Rafael. Inoltre pare non essere mai tramontata la possibilità di portare alla Roma l’Argentino Pastore, sebbene il presidente del Palermo Zamparini ha più volte ribadito di non volersi privare del giocatore. Ma i colpi più importanti dovrebbero arrivare per il reparto difensivo. Sondato il terreno per un possibile acquisto del portiere rossonero, Amelia, la società giallorossa avrebbe puntato gli occhi su due difensori centrali importanti. Massimo riserbo sui nomi, ma a quanto pare si tratterebbe di giocatori in forza a due squadre importanti del campionato inglese.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film