Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Siamo alla stretta finale. I bluff e contro bluff, sebbene le varie dichiarazioni di circostanza tendono a tranquillizzare da un lato e dall’altro, sul futuro della Lucchese e la sua permanenza in Prima Divisione. Tra dichiarazioni e silenzi stampa, giorni di trattative e di riflessioni, la questione del passaggio delle quote di maggioranza, in mano alla Valore, sta assumendo contorni preoccupanti per tutta la tifoseria rossonera.

La sensazione è che si stia viaggiando in una situazione borderline, dove le dichiarazioni del giorno, vengono puntualmente smentite quello dopo e viceversa. Una situazione instabile, dove chi dovrebbe tranquillizzare la piazza, non riesce a mettere una parola definitiva sul futuro della Pantera. La questione, seppur ormai chiara a tutti, ovvero da un lato la cordata ligure e dall’altra, Giuliano Giuliani con diritto di prelazione in mano, ogni giorno che passa si fa sempre più nebulosa ed incerta.

I giorni passano inesorabili verso quelle scadenze impellenti, da onorare quanto prima, per non cadere di nuovo, dopo soli tre anni, nel vuoto dei dilettanti. I dubbi di molti stanno diventando le certezze di alcuni. Da un lato chi, a torto o ragione, spera ancora nell’ultimo colpo ad effetto di Giuliani, con la speranza che l’imprenditore lucchese riesca in extremis a trovare quegli imprenditori locali capaci di dare nuova linfa economica alle casse societarie. Dall’altra chi vede nella cordata ligure l’unica soluzione percorribile per l’iscrizione al campionato.

Di mezzo però ci sono le dichiarazioni dei contendenti. E qui la situazione si fa ingarbugliata, in quanto tra smentite e conferme non si riesce a comprendere una situazione che meriterebbe maggiore chiarezza.  Pochi giorni or sono, responsabili della cordata ligure avevano tranquillizzato l’ambiente asserendo che, a prescindere dalle decisioni di Giuliani, avrebbero pagato stipendi e ottemperato alle altre incombenze, e che in caso di passaggio delle quote a Giuliani, lo stesso avrebbe potuto restituire quanto versato. Il Ds Giovannini, dopo aver incontrato la cordata ligure ha dichiarato quella che è stata una sua sensazione, ovvero,  che gli sembra di aver capito che in questo momento, non siano comunque in grado di fare versamenti indipendentemente da Giuliani (riferendosi alla cordata ligure).

Insomma, una situazione poco chiara, le cui domande non trovano, ad oggi, risposte precise. Di sicuro c’è solamente che i giorni passano e le scadenze incombono. Altra cosa ben chiara sta nella insofferenza dei tifosi, che nel breve periodo di alcuni anni, si ritrovano a fare i conti con una situazione a rischio fallimento. Anche in questo caso, i tifosi rossoneri non faranno sconti a nessuno. Se la Lucchese tornerà sui banchi dei tribunali, sapranno a chi dare la colpa e, soprattutto, dove andare a chiedere spiegazioni.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film