Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) La parola d’ordine è tolleranza zero. La Uefa, attraverso il suo presidente Michel Platini, è durissima sugli scandali legati al mondo delle scommesse che hanno colpito e stanno colpendo il calcio europeo in questi ultimi anni.

L’ex giocatore della Juventus (nella foto), intervistato da Raisport e Sky, ha detto di avere chiesto l’aiuto della polizia per arginare il fenomeno. Ha ribadito che i calciatori che compiono reati (penali e/o o sportivi) devono dovranno essere soggetti a sanzione molto severe.

“Sono anni che porto avanti questa battaglia di legalità”, ha spiegato il numero uno del calcio europeo. “Servono controlli e pulizia, dobbiamo difendere il gioco del calcio. In Francia hanno fatto delle leggi specifiche sulle scommesse, un fenomeno pericoloso perché tocca in modo diretto il nostro sport. La colpa non è di Petrucci o Abete, ma bisogna lavorarci tutti insieme”, ha aggiunto.

Secondo Platini, chi altera il risultato delle partite non deve più avere a che fare con questo sport:” I giocatori che truccano le partite non dovranno più giocare a calcio, mai. Se ci sono prove che giocatori hanno contribuito ad alterare i risultato di una gara, sono favorevole alla tolleranza zero. Non voglio mai più rivederli in campo”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film