Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Scadenze importanti per la Juventus. Gran lavoro per il presidente Andrea Agnelli. La coppia Marotta (nella foto)-Paratici sarà impegnata a tutto campo. Il taccuino è fitto di appuntamenti. Chiusura per Lichtsteiner. Affondo su Sergio Aguero. Riscatti e comproprietà. Andiamo per ordine

Si apre una settimana vorticosa. Domani 20 giugno, in occasione dell’assemblea statutaria in programma a Roma, potrebbe concludersi con la Lazio la telenovela Lichtsteiner. Giovedì 23 giugno il CdA straordinario deciderà la ricapitalizzazione (circa 130 milioni per il prossimo triennio). Venerdì 24 giugno ultima data utile per risolvere le comproprietà senza andare alle buste.

Tra top player e riscatti. Giorni decisivi anche per il top player (QUI e QUI i particolari), con la trattativa per il Kun Sergio Aguero sugli scudi e il maxi-scambio con il Real in prospettiva. Assalto alla Roma per Vucinic, che si è preso una cotta per la Juve. E’ anche tempo di riscatti. Per tenere a Torino i vari Matri (Cagliari), Quagliarella (Napoli), Motta e Pepe (Udinese) servono circa 37 milioni in contanti. Ciò significa che bisogna da subito iniziare a vendere per fare cassa e, anche, per sfoltire una rosa inutilmente pletorica.

Sforbiciata sulla vecchia guardia
. Marotta decimerà l’organico dello scorso campionato. Va abbassato il monte ingaggi. Va raccolto il tesoretto necessario per tuffarsi nel calciomercato. Quasi nessuno è incedibile. Si tratta solo di una questione di prezzo (QUI i particolari). In porta uno tra Storari e Manninger partirà, forse tutti e due (QUI i particolari). Serve un vice-Buffon. A Conte piacerebbero Marchetti o il capitano del Bari Gillet (inseguito da vari club di serie A e dal Torino). In difesa sono in lista di sbarco Motta (Malaga?), Grygera (Galatasaray?) e Grosso (Dubai?). A centrocampo dovrebbero lasciare la Juve Melo e Sissoko, contropartite tecniche per arrivare a Diarra e Fernando. Via anche Martinez, anche se il suo addio costerà una dolorosa minusvalenza (è stato pagato 12 milioni). Salihamidzic è a fine contratto. Al miglior offerente andranno anche gli attaccanti Amauri e Iaquinta (6,7 milioni di ingaggio in due). La Roma avrebbe già respinto la doppia offerta nell’affare Vucinic. Per Iaquinta si è fatto sotto Spalletti: il suo futuro potrebbe essere allo Zenit di San Pietroburgo? Forse anche Quagliarella potrebbe partire.

Comproprietà
. La Juve venti giocatori in compartecipazione. Limitandosi ai nomi più significativi ricordiamo Ekdal (Bologna), Palladino (Parma), Lanzafame (Juve/Palermo), Almiron (Juve/Bari) e Paolucci (Juve/Siena). L’unico per cui Conte preme è Palladino, specie se dovesse partire Pepe (anche per lui una proposta dallo Zenit di Spalletti). Almiron sembra candidato a rimpiazzare Dzemaili (in partenza per Napoli) al Parma. Probabili buste per Lanzafame e Ekdal. Il primo è stato richiesto dal neopromosso Novara. Lo svedese potrebbe essere confermato dal Bologna (i felsinei verseranno i 2,5 milioni per riscattare l’altra metà del suo cartellino?). Un enigma il destino di Paolucci, reduce da una stagione in prestito tra Siena e Palermo.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film