Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Lo spazio di trattativa per il top player si restringe pericolosamente. La Premier si mette sempre più di traverso e scompagina i piani di Marotta e Paratici (QUI i particolari). L’attendismo della coppia di mercato bianconera è stato, forse, fin troppo eccessivo.

Concorrenza Premier e non solo. Il City si catapulta su Aguero. Il Chelsea piomba su Bastos. L’Arsenal va in pressing su Vidal, protagonista in Coppa America della rimonta del Cile sul Messico (2-1 il finale). La Juve è in cerca da tempo di alternative al bomber dell’Atletico (QUI i particolari). Ora, dopo aver perso Inler dell’Udinese, rischia di dover trovare con molto affanno un sostituto anche per il giocatore cileno del Bayer Leverkusen. Diventa a rischio anche Vucinic. Sul montenegrino si fionda anche il Napoli di De Laurenttis, oltre al Tottenham. Per chiudere una giornata storta, il Santos decide di blindare Danilo.

Aguero addio? Rimandato il viaggio a Madrid, Marotta (nella foto) assiste al pressing del Manchester City su Aguero. Per rimpiazzare il partente Tevez (ha dichiarato seccamente: “Voglio lasciare Manchester”), i Citizens si sono lanciati all’inseguimento del Kun. Il Times informa che lo sceicco Mansour avrebbe pronti 45 milioni di euro in contanti (la clausola rescissoria del Kun). I giochi non sono ancora chiusi, ma la Juve potrebbe aver perso tutto il vantaggio accumulato per assicurarsi il talento argentino. Che, dal canto suo, resta sibillino sul proprio futuro: “Sono al corrente dell’offerta della Juventus.Ma non so se si parla di 30, 35 o 40 milioni di euro. La questione è in mano ai miei rappresentati. Io voglio pensare solo alla mia Nazionale. Finita la Coppa si saprà dove andrò”.

Si punta tutto su “Pepito” Rossi? Per il ruolo di top player, dopo le intrusioni della Premier, torna in auge il nome di Giuseppe “Pepito” Rossi. Marotta ha incontrato oggi a Milano il procuratore del nazionale di Prandelli, cioè Pastorello. La sensazione è che, in casa juventina, il bomber del Villareal abbia soppiantato Sergio Aguero. Il club spagnolo chiede 30 milioni di euro per l’attaccante degli Azzurri. L’ingaggio del giocatore (3,5 milioni a stagione) è meno della metà di quello promesso al Kun. L’operazione potrebbe essere vantaggiosa per tutti. Ma bisogna darsi una mossa.

Idea Tevez? Marotta potrebbe decidere anche di ributtarsi su Carlitos Tevez del City. Il giocatore ha ribadito di voler lasciare la Premier e l’Inghilterra. Il costo dell’operazione è, comunque, davvero pazzesco. Ci vorrebbero quasi 50 milioni, oltre all’ingaggio del giocatore (ballano altri 9 milioni). Una cifra da capogiro al tempo del Fair Play Finanziario.

Si complica la pista Vidal? Lo splendido gol di testa con il quale Vidal ha chiuso la rimonta del Cile sul Messico ha provocato a Maroitta una mezza scarica di bile. Come accaduto per Aguero, la vetrina della Coppa America sta mettendo sotto la lente d’ingrandimento dei padroni del calciomercato i giocatori inseguiti dai bianconeri. Come se non bastasse la concorrenza del Bayern Monaco (e del Napoli), ora si fa sotto anche l’Arsenal. E il prezzo lievita.

Verso Obi Mikel? Anche in questo caso la Juve cerca di correre ai ripari. Mel mirino entra un altro extracomunitario. Si tratta di Jon Obi Mikel, giocatore 24enne quotato dal Chelsea circa 16 milioni. Il nigeriano ha un gran fisico (188 cm per 86 kg) e vanta molta esperienza internazionale. Arrivato a Stamford Bridge con Josè Mourinho, Mikel è stato scartato da Villas Boas. Eppure il tecnico portoghese, nei piani del centrocampista, lo avrebbe dovuto a restituire al ruolo di titolare perso con Carlo Ancelotti. Invece è finito sul mercato.

Salihamidzic saluta. Il Wolfsburg ha ufficializzato l’arrivo a parametro zero del difensore Salihamidzic. “Sono sicuro che con la sua maturità e la sua esperienza farà del bene alla nostra squadra”, ha detto l’allenatore dei “Lupi”, Felix Magath.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 giorno fa

Serie A Femminile, i settori giovanili come plusvalore

La transizione della Serie A Calcio Femminile dallo status dilettantistico a quello professionistico, che si concretizzerà al termine della prossima...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni3 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film