Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Giornata di bocciature in Lega Pro, dove la Covisoc ha comunicato alla Federazione e alle rispettive società, l’esito dei controlli della documentazione presentata nella prima fase di iscrizione ai campionati. Verdetti di rigetto, attesi dalle società, alle prese, in questi giorni, nel tentativo di regolarizzare la propria posizione. In alcuni casi si tratta di piccole inadempienze, come per Foligno, Atletico Roma e Como. In altre situazioni si dovrebbe riuscire a risanare la situazione, come ad esempio per Lucchese, Fano e Ravenna. I casi disperati, o se vogliamo irrisolvibili, sarebbero quelli inerenti, Salernitana, Cavese, Gela, Catanzaro e Brindisi.

Salernitana: Niente da fare per la Salernitana. La situazione debitoria considerevole inficia ogni tentativo di salvataggio. Solo un miracolo potrebbe salvare il club granata, per poter iscrivere la squadra al prossimo campionato di Prima Divisione. Antonio Lombardi non molla ma, a quanto è dato a sapere, non avrebbe trovato forze fresche da immettere in società. Ormai, la ripartenza dalla Serie D appare scontata.

Ravenna: Situazione meno grave del previsto in casa giallorossa. Il Ravenna non dovrebbe avere troppi problemi ad iscriversi al campionato, sebbene incorrerà in alcuni punti di penalizzazione.

Atletico Roma: Altro cambio di denominazione in vista per la squadra capitolina, che non avrà problemi ad iscriversi al prossimo campionato di Prima Divisione, ma che per continuare questa avventura, dovrà fare i bagagli e trasferirsi a Pomezia, ovvero, quella che sarà, forse, la sua nuova denominazione.

Lucchese: La Covisc ha bocciato per inadempienze la squadra toscana che, al momento, pare aver risolto la situazione, grazie all’intervento di alcuni imprenditori locali. Prevista una penalizzazione importante per i rossoneri che, alla fine, comunque, riusciranno ad iscriversi al prossimo campionato di Prima Divisione.

Foggia: Nessun problema per i “Satanelli”. Il problema, legato alla fideiussione, è stato ampiamente risolto.

Gela: Niente da fare per il Gela. La prevista bocciatura della Covisoc, fa risonanza con i problemi societari che attanagliano i siciliani. I tifosi scendono in piazza a sostegno dei propri colori, ma l’iscrizione al prossimo campionato appare cosa ardua, se non impossibile.

Pro Patria: L’iscrizione al campionato dovrebbe arrivare, così come una forte penalizzazione, viste le numerose lacune in cui versa la documentazione presentata. Guardando alle difficoltà della scorsa stagione, sicuramente per i “Bustocchi”, si tratta del male minore.

Foligno: Il presidente dei “Falchetti”, Maurizio Zampetti, tranquillizza tutti, ammettendo qualche inadempienza in merito a stipendi arretrati, riguardanti il passato. Sicuramente la squadra umbra riceverà una penalizzazione, ma non è in dubbio l’iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione.

Como: Pare essere risolto il problema legato alla fideiussione, che sarà depositata nella giornata di lunedì. Quindi la società lariana avrebbe, in quel caso, tutte le carte in regola per iscriversi al campionato di Prima Divisione.

Ebolitana: Il Sindaco Melchionda, prova sa scuotere la piazza e, soprattutto gli imprenditori capaci di dare un forte segnale verso le casse societarie. A quanto pare di risposte, al momento, non ce ne sono state e l’Ebolitana, rischia seriamente di non potersi iscrivere al campionato di Seconda Divisione.

Montichiari: Alla fine il Montichiari ce la dovrebbe fare ad iscriversi al prossimo campionato di Seconda Divisione. Sicuramente lo farà con alcuni punti di penalizzazione, ma la partecipazione appare cosa certa.

Cavese: A questo punto l’unico a credere nell’impresa resta il Sindaco Galdi. Caduti nel vuoto tutti gli appelli a chi poteva fare qualcosa per la squadra metalliana. Lo stesso Cesarano non ha più dato segni positivi, gettando praticamente la spugna e la possibilità di iscrivere la squadra campana al prossimo campionato di Seconda Divisione.

Catanzaro: Mancano i soldi della fideiussione. Un problema attualmente insormontabile per i giallorossi, che rischiano seriamente un nuovo fallimento. Resta in stand by Francesco Cozza, in procinto di prendere la guida tecnica della squadra, ma che in caso di non iscrizione non sarebbe intenzionato a partire dai dilettanti.

Cosenza:  Il gesto d’amore di alcuni giocatori rossoblu, con capitan Stefano Fiore in testa, non è bastato per salvare la società calabrese. I rossoblu, infatti, non presenteranno il ricorso alla Covisoc, rinunciando di fatto all’iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione.

Brindisi: Niente da fare per il Brindisi. Il club pugliese, molto probabilmente non presenterà nemmeno il previsto ricorso alla Covisoc, verso l’esclusione dal campionato di Seconda Divisione. Per il Brindisi si prospetta un futuro nei dilettanti.

Matera: Ancora difficile la situazione in casa Matera, dove non si riescono a recepire fondi per l’iscrizione al prossimo campionato di Seconda Divisione. La società lucana, rischia quindi di rimanere al palo.

Fano: L’Alma Juventus Fano ha avuto l’ok dalla Covisc. All’ultimo tuffo, la fideiussione ritenuta valida dagli ispettori, da il via all’iscrizione al prossimo campionato di Seconda Divisione.

Sanremese: Mancano i presupposti per un salvataggio in extremis. Ci aveva provato a lungo il presidente Del Gratta, voglioso di cedere le quote societarie. Sembra impresa impossibile trovare soldi e garanzie per la fideiussione, ed i giorni per mettere in atto operazioni di salvataggio non ce ne sono. Purtroppo per la città dei fiori sembrano esserci veramente pochissime speranze.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film