Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Buon possesso palla e ottima percentuale di passaggi riusciti. Oltre al miglior attacco. In evidenza Cascione, Immobile e Capuano. Lo rileva il Report n. 57/2011 elaborato dall’Osservatorio Calcio Italianowebsite monitoring della manifestazioni calcistiche in Italia – che riceviamo e pubblichiamo.

Due vittorie in altrettanti match disputati che valgono la vetta della classifica. Si presenta a punteggio pieno il Pescara targato Zdenek Zeman (nella foto). I biancazzurri – cinque goal finora totalizzati – sono il miglior attacco dei cadetti. Ciro Immobile – due goal in 180 minuti disputati – guida la classifica dei marcatori.

Nelle prime due giornate di campionato il Pescara ha sviluppato una diversa densità di gioco rispetto gli avversari incontrati: al “Bentegodi” di Verona la manovra si è articolata principalmente lungo le corsie esterne (sinistra 47%, destra 40%), nel match casalingo contro l’Empoli è stata equamente distribuita tra l’out destro (35%) e la zona centrale del campo (35%) mentre la corsia sinistra è stata impiegata nel 30% delle azioni. L’undici di Zeman ha collezionato in media un possesso palla pari al 50.5% a fronte di 569 palloni giocati e una percentuale di passaggi riusciti del 62,5%.

L’attacco più prolifico della Serie Bwin è andato al tiro in 27 occasioni (10 delle quali nello specchio della porta avversaria) totalizzando mediamente un indice di pericolosità arrecata alle retroguardie incontrate pari al 62.5% a fronte di una percentuale di attacco del 55.3%.

Fulcro del gioco pescarese è Emmanuel Cascione: il centrocampista nato a Catanzaro ha collezionato 115 giocate utili (54 contro l’Hellas Verona, 61 contro l’Empoli) con una percentuale di passaggi riusciti del 77%, numeri questi che gli permettono di collezionare un Indice di Valutazione Giocatore pari a 22.2, tra i migliori della serie cadetta nel suo ruolo.

In attacco l’assoluto protagonista di questo inizio di stagione è Ciro Immobile (3 goal, uno su calcio di rigore, a fronte di ben undici conclusioni a rete). Marco Capuano, infine, è il giocatore ad aver recuperato il maggior numero di palloni agli avversari: 67 in totale, 28 nella 1° giornata e 39 nell’esordio casalingo.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni5 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato2 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali4 settimane fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni4 settimane fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film