Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress-Domenico Ferraro) Il bilancio della matricola Juve Stabia dopo quattro giornate di campionato è negativo dal punto di vista prettamente numerico: zero punti in classifica dopo essere partita con una penalizzazione di un punto per irregolarità amministrative relative alla scorsa stagione, frutto di tre sconfitte ( Empoli, Verona e Brescia) e un pareggio a reti bianche ( Crotone). Diciamo che la Bwin per “Vespe” è stato finora poco…Win, ma dal punto di vista delle prestazioni la squadra di mister Braglia non ha dimostrato di essere inferiore agli avversari incontrati.

L’unica partita sbagliata è stata quella in notturna contro il l’Hellas Verona , persa in casa per 1-2, occasione in cui mister Braglia recitò il mea culpa per aver completamente mancato dal punto di vista dell’approccio mentale l’esordio al Menti in Serie B dopo 60 anni. Ad Empoli la Juve Stabia avrebbe meritato il pareggio, ma in quella occasione pagò lo scotto del noviziato commettendo due errori in difesa che vanificarono il vantaggio iniziale. A Crotone il pari andò stretto ai gialloblu , per non parlare della sconfitta beffa contro il Brescia per 0-1, con le Rondinelle a sfruttare l’unica occasione goal della partita a fronte delle cinque palle gol create e non concretizzate da Danilevicius e compagni.

Certo, questa non può essere una scusante: al calcio vince chi fa più gol e proprio in attacco la Juve Stabia ha manifestato alcune carenze, vuoi per la forma ancora non eccelsa di Danelivicius, vuoi per l’imprecisione sotto porta di Mbakogu. L’arrivo di Marco Sau, lo scorso anno capocannoniere in Prima Divisione girone B con il Foggia, potrebbe sbloccare la sterilità della linea offensiva stabiese. La difesa inoltre manca del centrale Molinari, ancora infortunato, inoltre ad inizio settimana ha perso il brasiliano Cesar che ha rescisso il contratto per far ritorno in Sudamerica. Classico esempio di “saudade” per il calciatore ex Padova arrivato a Castellammare alla fine della sessione di mercato.

Un’altra grana è tuttora la scomparsa dell’attaccante Savio Nsereko, arrivato in prestito dalla Fiorentina, scomparso da più di una settimana. Un caso degno di “Chi l’ha visto?” per l’ex promessa, di origine ugandese ma naturalizzato tedesco, del calcio mondiale, che si mise in evidenza nel Mondiale U20 con la Germania. In questo “down turn” note positive vengono dalle buone prove offerte dai giovani difensori Biraghi, di proprietà dell’Inter, e De Bode, in prestito dal Genoa, oltre che del centrocampista Cazzola, fresco di rinnovo di contratto. Il prossimo impegno della Juve Stabia sarà sabato prossimo al Picchi contro il Livorno, ancora a secco di vittorie in casa.

Gli stabiesi sono in ritiro a Chianciano per preparare al meglio questa insidiosa trasferta in terra toscana. Ai giallo-blu servono assolutamente punti da mettere in carniere ed ancora per dar acquisire confidenza nei propri mezzi , finalizzata al conseguimento di una tranquilla salvezza. I patron Manniello e Giglio ha immensa fiducia nell’operato di mister Braglia: anche lo scorso anno le Vespe partirono in freno a mano tirato, per poi esplodere nel prosieguo di stagione.

Domenico Ferraro – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film