Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Nelle prime sette giornate di campionato la media-spettatori in Serie B è stata di 6.306 presenze. Il dato, nettamente superiore rispetto alla media stagionale dello scorso anno (4.980 spettatori), è stato trainato dal pubblico casalingo di Sampdoria, Torino, Hellas Verona e Pescara.

Lo rileva il Report n. 65/2011 elaborato dall’Osservatorio Calcio Italiano – website monitoring della manifestazioni calcistiche in Italia – che abbiamo pubblicato nei gironi scorsi (leggi QUI).

Molto del merito di questa crescita, oggettivamente importante nel quadro di generale deriva deriva del sistema italiano, è merito delle linee guida introdotte dal presidente-manager della Lega Serie B, Andrea Abodi.

La Bwin, con i suoi 22 club iscritti che saranno ridotti dalla riforma in fieri a 20, va decisamente in controtendenza rispetto all’immobilismo della Lega Serie A guidata da Maurizio Beretta. Le assemblee della massima serie nazionale sono diventate stucchevoli. Si parla sempre e solo di come dividersi i diritti televisivi, stendendo in velo pietoso su tutti gli altri problemi che affliggono un campionato in caduta libera, come dimostra il crollo nel Ranking Uefa.

Molto più dinamica la gestione di Abodi, che svaria a tutto campo e si sta dimostrando sempre più lungimirante. In dirittura d’arrivo anche la scelta di mettere mano agli stadi, attraverso la proposta di una “convenzione di lunga durata dei club con i Comuni, proprietari degli impianti” in attesa della legge sugli stadi che tarda ad arrivare.

Eccellente anche il lavoro sui giovani. La Bwin sta diventando il serbatoio da cui pescano le Nazionali giovanili, come dimostra il numero di calciatori cadetti entrati a far parte della rinata Under 21 di Ciro Ferrara.

Il lavoro, quando è ben svolto, paga sempre.

Lui. Bel.- www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi