Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – St. Ant.) Il Milan segna sette gol in quattro giorni e porta a casa sei punti preziosi perla classifica. Alle quattro reti di Lecce, seguono le tre messe a segno all’Olimpico conla Roma. Allegri è soddisfatto, anche se le cinque reti incassate non gli fanno dormire sonni molto tranquilli in difesa (dopo nove turni sono state incassati ben 14 gol).

Con la Roma di Luis Enruque il Milan gioca così così, ma alla fine se ne torna a casa con una vittoria che lo proietta in classifica alle spalle della Juve vittoriosa al Mezza con l’Inter. I rossoneri  sbancano l’Olimpico (nella foto) con il risultato finale di 3-2. Si tratta della quarta vittoria consecutiva in campionato. Da segnalare la doppietta di Zlatan Ibrahimovic, che si è sbloccato mercoledì scorso in campionato e si ripropone come trascinatore dei suoi compagni. Va a segno anche Nesta che, contro i giallorossi, vive il suo ennesino derby personale.

Molta amarezza in casa giallorossa. Dopo l’ennesima prova di bel gioco, Luis Enrique resta con un pugno di mosche in mano. I giallorossi giocano tanto, tengono la palla e mettono spesso alle corde il Milan. Alla fine, secondo un copione che si ripete troppo spesso, cedonoin modo abbastanza ingenuo. L’assalto finale trova nel portiere Abbiati un muro invalicabile. . Troppe per non far pensare che non ci sia un problema alla base. Colpa del centrocampo che non chiude? Probabile. Ma il problema è anche mentale: sono davvero tante le disattenzioni in fase difensiva, a cominciare da Abbiati che questa sera è stato il migliore in campo dei suoi. Il tecnico dovrà lavorare molto a riguardo.

Avvio di stampo giallorosso, ma sono i rossoneri a passare in vantaggio con il terzo gol in campionato di Zlatan Ibrahimovic che di testa batte Stekelenburg su assist dalla destra dell’ex Aquilani. La Roma trova il pari su azione d’angolo con Burdisso, ma due minuti dopo Nesta è libero di saltare in area e infilare l’estremo giallorosso. La reazione dei padroni di casa è veemente, ma prima Abbiati blocca su Pizarro, poi Pjanic e Bojan (subentrato all’infortunato Borini) non centrano il bersaglio.

Nella ripresa Milan in affanno sotto la spinta della Roma, con Abbiati eccellente su Bojan, Pjanic, Burdisso e Osvaldo. Alla mezzora arriva il tris del Milan, ancora sull’asse Aquilani-Ibrahimovic con una conclusione dello svedese molto simile al primo gol. I rossoneri sbagliano due reti quasi fatte con Ibra e Nocerino. La Roma nel finale accorcia con Bojan bravo ad appoggiare in rete un pallone respinto da Abbiati su conclusione dal limite di Lamela. In pieno recupero Abbiati salva il risultato ancora sull’argentino, rimediando a un’uscita non perfetta.

Roma-Milan 2-3 (1-2)

ROMA (4-3-1-2): Stekelenburg; Cassetti, Burdisso, Juan (25′ st Heinze), Josè Angel; Pizarro, De Rossi, Gago (18′ st Lamela); Pjanic; Borini (39′ pt Bojan), Osvaldo. A disposizione: Curci, Perrotta, Borriello, Greco. All.: Luis Enrique
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta; Aquilani, Van Bommel, Nocerino (43′ st Ambrosini); Boateng (20′ st Emanuelson); Ibrahimovic, Robinho (28′ st Cassano). A disposizione: Amelia, Taiwo, Bonera, Yepes. All.: Allegri
Arbitro: Damato di Barletta
Reti: 17′ e 78’  Ibrahimovic, 28′ Burdisso, 30′ Nesta, 88’ Bojan

St. Ant. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film