Commenta Articolo con

One Response to “Calcio, il tempo che fugge e quelle maglie gialloblù”

  1. franco vecchiarelli scrive:

    Ogni volta che vedo quel cappellino gialloblu mi ritornano in mente quelle domeniche(tante)passate sui gradini dello stadio a soffrire o gioire per un goal .Chi come noi vive di calcio senza fare distinzione di categoria,chi come noi vive la partita fin dalla domenica mattina,chi come noi e' stato capace di piangere per un goal(Santoruvo in Viterbese-Acireale),chi come noi dopo 40 anni ricorda il passato sperando nel futuro.Siamo degli inguaribili sognatori,forse gli ultimi,ma per favore non ci svegliate!!!!!!

Leave a Reply

Loading Facebook Comments ...