Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Palloni  Lega PRO_2012

Aggiornamento ore 19.30 di giovedì 4/9
AREZZO ripescato in Lega Pro unica
Alle ore 19.30 arriva il comunicato ufficiale della Figc
(“La FIGC ha deciso  di integrare l’organico del Campionato di Divisione Unica della Lega Pro ammettendo al campionato stesso la società Arezzo“)

* * * * * * * * * *

Per il quarto ripescaggio nella Prima Divisione Unica di Lega Pro guidata da Mario Macalli niente da fare nemmeno il 29 agosto. La telenovela prosegue imperterrita, nonostante il campionato di terza serie nazionale sia già partito con 59 squadre in campo anzichè le 60 previste dal format. E’ in corso la prima giornata, spalmata su quattro giorni in virtù dell’odioso spezzatino introdotto anche in questa categoria. Il 29 agosto, in seguito alla carenza di organico determinata dal passaggio del Vicenza in Serie B (QUI), la Figc ha deciso di riaprire i termini delle domande di ripescaggio in Lega Pro fino alle ore 19 di martedì prossimo 2 settembre (QUI). Calciopress sta seguendo in tempo reale il 4° ripescaggio in Prima Divisione di Lega Pro Unica, come ha già fatto per la riammissione in cadetteria (leggi QUI).

Leggi
Lega Pro, uno spezzatino non commestibile


– Per il ripescaggio in Lega Pro hanno corso in 8. Sono state otto le squadre che hanno partecipato alla procedura per il ripescaggio in Lega Pro unica rispettando i termini di scadenza prescritti dal regolamento (28 luglio). Sono state premiate in tre (Aversa Normanna, Martina Franca e Torres). Questi club disponevano di un impianto a norma dislocato nell’ambito del Comune. Soltanto questa è stata la ragione per la quale sono state prescelte, omettendo l’alternanza prevista dalla normativa in vigore tra squadre retrocesse dalla terza serie e club provenienti dalla Serie D.

– Nessuna delle cinque escluse in prima battuta ha uno stadio a norma e/o nel territorio comunale. Adesso i giochi si riaprono. Nulla però è cambiato dal punto di vista delle procedure. Nessuno dei cinque club già esclusi in prima istanza – AkragasArzanese, Correggese, Poggibonsi Porto Tolle – sembra infatti papabile per occupare la piazza che si libererà in Lega Pro. Il comunicato 171/A del 25/5/2014 impone alle ripescate uno stadio a norma con i criteri infrastrutturali della terza serie unica nazionale dislocato entro il territorio comunale. Una condizione che, almeno in linea teorica, esclude tutte e cinque le aspiranti.

Riapertura dei termini per il ripescaggio. La riapertura dei termini per le domande di ripescaggio fino a martedì 2 settembre privilegia le squadre provenienti dalla Serie D e apre le porte della Lega Pro unica a nuove aspiranti.

Ripescaggi dalla D alla Lega Pro, la classifica. In tempi non sospetti la Lega Nazionale Dilettanti ha provveduto ad ufficializzare la graduatoria di merito per eventuali ripescaggi dalla LND alla Divisione Unica di Lega Pro per la stagione sportiva 2014-2015. Trovate QUI la graduatoria completa.

Chi ha fatto domanda? Sarebbero state depositate cinque domande, ma non è stato diffuso alcun comunicato ufficiale in merito. La scelta è tra Correggese (1a nella classifica stilata a suo tempo dalla LND, ma senza stadio a norma e per questa ragione è stato già escluso in  prima istanza dalla procedura), Akragas (2a, ma nelle stesse condizioni degli emiliani), Arezzo (6a), Taranto (che occupa l’11a posizione) e Poggibonsi (in coda, in quanto retrocesso dalla Lega Pro, ma che attende nell’udienza fissata per martedì 9 settembre la discussione del ricorso presentato al Tar).

E se non ci fossero domande accoglibiliIl problema è che non conta solo l’impianto. Va anche trovata, in tempi rapidissimi, la fideiussione da 600mila euro. Una circostanza che pesa molto anche sulle decisioni dei club retrocessi dalla Lega Pro che pensano di partecipare alla procedura. Non è pertanto da escludere a priori la clamorosa eventualità di non disporre di domande valide. Il girone A potrebbe essere dispari, con una squadra in meno.

– Poggibonsi mina vagante? Il Poggibonsi attende, martedì 9 settembre, la discussione del ricorso al Tar. Si vocifera che la Figc stia insistendo con il Tar per ottenere un congruo anticipo sulla data dell’udienza. Nel caso in cui nessuno presentasse una domanda valida, dunque, il club toscano sarebbe pronto a rimpiazzare il Vicenza nel caso di un accoglimento dell’istanza.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film