Commenta Articolo con

18 Responses to “Ripescaggi Lega Pro un flop annunciato?”

  1. Albachiara ha detto:

    Che casualità! Nove domande. Esattamente come nove sono i posti disponibili per ripristinare il format. Che casualità!

    • Fabri ha detto:

      E continui con questa tesi assurda!intanto i posti sono 10 e se per caso il ricorso fosse accolto si dovrebbero riaprire le graduatorie e anche altri fare domanda,quindi anche il sestri che ha vinto i play off come altre.quindi queste 9 non c entrano nulla,inoltre in base ai requisiti richiesti oggi sono solo due o tre con i requisiti!

  2. Albachiara ha detto:

    Le squadre che hanno presentato domanda sarebbero salite a otto (si è aggiunto anche il Fano). Ne manca solo una per arrivare a nove e ripristinare il format.

    Scommettiamo che la nona c’è già (a breve sapremo chi è) e il format sarà ripristinato, come avevo detto prima?

    Intanto il fondo perduto è stato impugnato (da Forlì, Gubbio e Samb) per la sua palese illegittimità avanti al Fondo di Garanzia del Coni e sarà annullato.

    E tutti vissero felici e contenti!

    • fabrizio ha detto:

      Premesso che il fondo perduto è una ca…pazzesca, ma che comunque alcune squadre che hanno chiesto il ripescaggio non hanno fideiussione e stadio per cui comunque saranno escluse.Il fatto che il format sia a 60 squadre invece non ha senso alcuno : 1) lega pro prima divisione 2012/13 :A causa delle quattro vacanze d’organico, una sola delle quali è stata ricoperta da un ripescaggio, le squadre partecipanti in questa stagione si sono ridotte per la prima volta da 36 a sole 33 ( ripescata sola Entella )
      2) lega pro seconda divisione 2010/11 il fatto che i posti disponibili fossero più delle richieste di ripescaggio ha portato ad una lieve revisione del format del campionato, con riduzione degli organici ( 49 invece di 54!!)
      3) lega pro seconda divisione 2011/2012 una sola ripescata su 14 posti e riduzione a 41 squadre!!

  3. Maurizio ha detto:

    Dal sito della Sambenedettese:

    comunicato congiunto con il F.C. FORLI’ S.r.l, A.S GUBBIO 1910 S.r.l.

    Le società F.C. FORLI’ S.r.l, A.S GUBBIO 1910 S.r.l. e S.S.D. SAMBENEDETTESE A R.L. hanno impugnato in data odierna innanzi il Collegio di Garanzia dello Sport la delibera del Consiglio Federale della FIGC del 26 giugno 2015 resa nota con comunicato ufficiale FIGC n.327/A del 30 giugno 2015, con cui sono state dettate le norme per il ripescaggio. La redazione del Ricorso è stata affidata ai Prof.ri Astolfo e Alessio DI AMATO. I motivi del ricorso sono cinque. Meritano di essere segnalati, in particolare, due aspetti del Ricorso. Il primo attiene alla circostanza che la FIGC ha fissato una sorta di tassa per il ripescaggio estremamente onerosa, senza averne il potere. Difatti, nessuna norma, né dello Statuto della FIGC né dello Statuto del CONI, attribuisce alla Federazione Italiana Giuoco Calcio un qualsivoglia potere di imporre il versamento di contributi, al di fuori di quelli ordinari per l’iscrizione ai campionati. D’altra parte, un contributo così oneroso finisce con il porsi in contraddizione con quella esigenza di tutela dell’equilibrio finanziario delle società di calcio, di cui la FIGC afferma di volersi dare carico. In secondo luogo, l’imposizione del contributo sembra fatta apposta per scoraggiare le società a chiedere il ripescaggio e realizzare, al di fuori delle procedure statutariamente previste, quella riduzione delle squadre partecipanti ai campionati di LEGA PRO che alcuni componenti del Consiglio federale hanno auspicato. Una riforma dei campionati, dunque, realizzata di fatto, ma illegittima.

  4. Albachiara ha detto:

    Le squadre che avrebbero fatto domanda sembra che siano sette. Volete scommettere che entro le 19 di stasera saranno diventate nove? Il format federale va ripristinato.

    Le 9 escluse saranno sostituite, a tutti i costi. Una volta tornati al fatidico numero di 60, accada quel che accada.

    La Figc il suo l’avrebbe fatto. Il Consiglio federale 9 ne ha escluse e 9 ne ripescherà. Il fondo perduto? Si cancella con un tratto di penna il 4 agosto!

    Poi il calcioscommesse faccia pure le sue carneficine. Sarà la Giustizia sportiva a decimare la Lega Pro, non la Figc!

    Quante telefonate ci saranno state per arrivare alle 9 ripescabili? Tutte con i requisiti giusti, scelte a tavolino una per una?

    Si accettano scommesse!

  5. claudio ha detto:

    Quello che ci è stato tolto ora ci viene ridato. Mai retrocessi sul campo!!!!….FORZA VITRBESE!!!

  6. Terence ha detto:

    Penso anch’io che i nove posti vacanti vadano comunque riempiti. Il format non si può cambiare in corsa. La Figc farà di tutto per riempirli con società dai bilanci sani e in grado di fare una Serie C senza accumulare penalizzazioni.

    Per questo potrebbe puntare decisamente sulla fideiussione piena di 600mila euro, a tutela del campionato.

    In questo senso ALTOVICENTINO, MONOPOLI e VITERBESE (dietro c’è la famiglia Camilli, roba forte!) sono una garanzia. Il TARANTO, ancora in mano ai tifosi, è un punto interrogativo. Del SEREGNO non si hanno fin qui notizie

    Si tratta di capire come Tavecchio supererà lo scoglio del fondo perduto, dopo avercelo messo lui stesso.

    Ma non credo che per lui sarà un problema fare indietro tutta…

    • Lucio ha detto:

      Ciao il seregno ha depositato i documenti la fideiussione e i 500 mila euro a fondo perduto settimana scorsa

    • Andrea71 ha detto:

      Da un comunicato ufficiale della società, il Seregno ha consegnato tutta la documentazione richiesta per il ripescaggio il Lega Pro.

  7. Giordano ha detto:

    Il fatto che alcuni club di Serie D stiano facendo domanda di ripescaggio in serie C senza allegare il fondo perduto, ma accludendo la fideiussione maggiorata di 600.000 euro, significa forse che sono arrivati a società economicamente sane segnali in questo senso dalla Figc e dalla Lega di Firenze?

    Come spiegare la decisione all’ultimo tuffo della Viterbese di Camilli, ex patron del Grosseto (che ha già depositato la domanda a Firenze), del Monopoli e forse dell’Altovicentino?

    Son tre società che possono tranquillamente giocare in Lega Pro da subito, per via di bilanci eccellenti.

    • gimand ha detto:

      considerazione giusta saluti

      • Brenno ha detto:

        La Lega Pro vuole che le squadre iscritte siano 60 e 60 saranno! Le ripescate saranno 9 per fare pari e patta con le escluse. Il fondo perduto sarà concellato il 4 agosto dal Consiglio federale, che non potrà opporsi. E i giochi sono fatti. A fare il pulito ci penserà il calcioscommesse. Vedrete che scoppole arriveranno!

  8. MICHELE ha detto:

    Facessero sta benedetta RIFORMA!!!! chi non è in grado di garantire questi soldi se ne stesse in serie D!! Sono stufo di vedere ogni anno squadre fallire…. tutto vogliono essere ripescati senza soldi e senza neanche una societa!!!! STIAMO MESSI MALE!!! chi non ha garanzie non presentasse nemmeno la domanda che fate piu bella figura!!! SIETE IL CALCIO MALATO!!! RIFORMA DEI CAMPIONATI DA SUBITO!!!

    • Claudio ha detto:

      La Serie C è paurosamente sovradimensionata e va drasticamente tagliato il numero di squadre iscritte. Peggio ancora la Serie D. In questo caso la sforbiciata dovrebbe essere massiccia. Ma quando mai questi si toglieranno da soli la poltrona da sotto il kulo? Occorre un’intervento dall’alto, ma da chi?

      • Laura ha detto:

        Il format federale per quest’anno deve rimanere. Nove squadre vanno trovate per arrivare a 60. Su questo non si discute e non c’è fondo perduto che tenga!

  9. Lamberto ha detto:

    Quella del Monopoli che farà domanda di ripescaggio senza allegare il fondo perduto sa tanto di bufala da web messa lì tanto per scrivere qualcosa, come spesso avviene su internet.

    Il CU della Federcalcio spiega chiaramente che “la domanda di ripescaggio alla F.I.G.C. DEVE essere corredata dall’assegno circolare intestato alla F.I.G.C.- Roma di euro 500.000,00 (cinquecentomila/00), a titolo di contributo straordinario”.

    Se questo assegno non c’è, a meno di diversa delibera del Consiglio federale una volta accertato il flop dei ripescaggi e per la necessità di ripristinare il format, la domanda semplicemente non viene accolta.

    Non sono previste o ammesse deroghe, come accade per la fideiussione al momento dell’iscrizione. Qui non c’entra la Covisoc, ma la Figc, che deve incassare i 500mila per dare il benestare!

  10. Larry ha detto:

    Se in questo calcio qualcuno conserva ancora un barlume di logica, nessuno farà domanda di ripescaggio. Regalare 500mila euro alla Figc per fare cosa? Per giocare in una categoria che non sta in piedi? Sarebbe da pazzi!

Loading Facebook Comments ...