Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Presso la Lega di Firenze si è svolta il 12 febbraio 2018 una riunione del Consiglio Direttivo della Lega Pro, allargato ad alcuni Presidenti di club. È stata l’occasione, come riferisce un comunicato diffuso attraverso il sito web istituzionale, di una approfondita disamina di quanto avvenuto nell’Assemblea federale dello scorso 29 gennaio.

Nella circostanza è stato presentato dal presidente Gabriele Gravina il documento “Idee per un percorso di innovazione e di riforma del calcio italiano”. L’obiettivo è quello di consegnare al Commissario Figc, Roberto Fabbricini, un lavoro compiuto di progetti essenziali per la riforma del calcio italiano

Il documento contiene nove progetti: 1. La riforma dei campionati; 2. Il semiprofessionismo; 3. L’apprendistato; 4. I ricavi da scommesse; 5. Le seconde squadre; 6. I rapporti economico-sportivi; 7. Il rating e gli indici di bilancio; 8. I ricavi ex Legge Melandri; 9. La flessibilità contrattuale.

Seppur plaudendo all’iniziativa di Gravina e del Consiglio Direttivo della Serie C ribadiamo che da sempre Calciopress è contro l’introduzione, in terza serie nazionale, di forme organizzative che prescindano dal professionismo. Il nostro modello di riferimento,da quando è esplosa la crisi, resta quello inglese (che rappresenta l’organizzazione da imitare, anche se nessuno ci ha mai provato alle nostre latitudini).

La serie C avrebbe (ha) semplicemente bisogno di un drastico taglio dei club iscritti che riduca il perimetro delle società da tenere sotto controllo e assicuri una gestione più equa delle risorse disponibili, in modo tale da rendere sostenibile nel tempo una categoria che va tenuta in ambito professionistico per svolgere la sua mission di rivoluzione dal basso del declinante calcio italiano.

Resta ovviamente fondamentale, per le caratteristiche e il ruolo della Serie C, ancorarsi strettamente al territorio per ricavarne risorse in cambio di progetti socialmente utili diretti al contesto e per risuscitare l’amore per il calcio nei giovani, che da troppo tempo hanno abbandonato gli stadi.

Per riformare la terza serie nazionale non servono passi indietro ma passi in avanti, che facciano crescere nei tifosi la voglia di tornare a sentirsi coinvolti in uno sport bellissimo che li ha di fatto emarginati.

La storia del calcio è un triste viaggio dal piacere al dovere. A mano a mano che lo sport si è fatto industria, è andato perdendo la bellezza che nasce dall’allegria di giocare per giocare” (Splendori e Miserie del gioco del calcio, Eduardo Galeano)

Sergio Mutolo –  www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni14 ore fa

Serie A Femminile, il ruolo cruciale del Centro Sportivo

È stato detto che la Divisione Femminile ha due anime. Una radicata nel professionismo maschile e l’altra di matrice dilettantistica. La seconda anima...

Editoriali4 giorni fa

Serie A Femminile verso il professionismo, una sfida complicata?

Si avvicina (pericolosamente?) l’era professionistica della serie A Femminile. Quando ci si trova nell’imminenza di passaggi così ardui, servono progetti...

Opinioni4 giorni fa

Serie A Femminile, cultura dei vivai e professionismo

La transazione verso il professionismo della Serie A Femminile, gestita dalla Divisione Femminile guidata da Ludovica Mantovani e dalla Figc...

Opinioni4 giorni fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono sempre ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato...

Editoriali6 giorni fa

Serie A Femminile, come nani sulle spalle di giganti

Tempus inesorabile fugit. La Serie A Femminile si avvicina, a grandi passi, verso la stagione del passaggio al professionismo. Il...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, quando il campionato non finisce mai

Il campionato di Serie A Femminile 2020-21 ha avuto inizio il lontano 22 agosto 2020. E però le squadre si...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Ben prima della pandemia che ha disastrato le vite degli umani, il calcio moderno veniva fatto correre a rotta di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film