Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Quando entra lui si accende la luce. E’ l’uomo della qualità tecnica, che il mister gialloblu Antonio Calabro sta gestendo nel migliore dei modi impiegandolo in ruoli e momenti diversi della gara, ma sempre in maniera opportuna.

Sia da seconda punta insieme ad Alessandro Polidori dal primo minuto, come con il Catania, sia a gara in corsa, come contro il Teramo: il talento belga è il vero stratega dell’attacco gialloblu, considerato che nelle ultime gare le azioni decisive che hanno propiziato i gol del bomber viterbese e di Mario Pacilli sono partite tutte dai suoi piedi educati.

Con l’arrivo di mister Calabro e del mood del 3-5-2, si pensava che Vandeputte avrebbe trovato meno spazio, se non costringendolo ad adattarsi all’inedito ruolo di esterno di fascia (di tutta la fascia). Non proprio il massimo per uno che ha le caratteristiche di un fantasista ed è nato per il tridente d’attacco.

E invece il ragazzo di Gent, ventitre anni compiuti da qualche giorno e da pochi mesi diventato anche papà di una deliziosa femminuccia, sta dando il meglio in ogni situazione, a dimostrazione del fatto che chi lo portò in gialloblu nell’estate del 2017 aveva visto lungo sulle qualità dell’ex FC Eindhoven. E ancor più chi a gennaio scorso lo ha trattenuto in maglia gialloblu, non cedendo alle sirene di mercato di Entella e Spezia.

Eleonora Celestini – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film