Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

2010_Cavese_Potenza(CALCIOPRESS) – La Cavese (nella foto: azione di Schetter) aveva in programma di partire questa mattina (venerdì 22 gennaio) per il ritiro di Imola in vista della partita di domenica a Ferrara contro la Spal. Partenza rinviata per decisione dei calciatori, che emettono un comunicato stampa in cui ne illustrano la motivazione. Le voci di crisi economica interna al club, puntualmente smentite dai vertici societari, trovano conferma nelle parole degli atleti. Parole di accusa che denunciano in maniera mal celata il mancato pagamento degli stipendi.

«Pensiamo di essere dei ragazzi che conoscono il vero valore delle cose, ed abbiamo, da quando indossiamo questa maglia, onorato sempre questi colori. Ogni Domenica siamo scesi in campo unicamente non per partecipare, ma per vincere, per conquistare la vittoria, una vittoria costruita giorno per giorno, con importanti sacrifici e tanto duro lavoro. Serietà, sportività e professionalità non sono mai mancate, anzi quando c’erano tutti i presupposti affinché la professionalità potesse essere messa a repentaglio, ne abbiamo parlato con i nostri dirigenti e tutto si è chiarito, magari con qualche pizzico sulla pancia, ma tutto è passato, per la maglia, per i nostri tifosi, per la Città che ci ha sempre sostenuto. Ma ora si è arrivati ad un punto in cui, ancora una volta, non si è pensato a quello che siamo fuori dal rettangolo di gioco, ovvero a degli uomini con delle esigenze reali, vere, concrete, oggettive.Non abbiamo piacere né vogliamo scendere in particolari per evitare pietismi di sorta, ci rendiamo conto, anche noi, ancora una volta, delle difficoltà economiche che la Cavese sta affrontando, ma nessuno sembrerebbe voler capire, ancora una volta, le Nostre necessità. La Squadra ha deciso di rimandare la partenza a Sabato mattina, una forma di protesta per ricordare che gli accordi di inizio stagione non erano questi. Per dire che ogni Domenica noi siamo scesi, e scenderemo, SEMPRE per vincere, per dire che per noi la maglia è sacra ed il rispetto per questi colori è la prima cosa, ma per dire anche che per noi questo è lavoro, un lavoro fatto di sudore, soddisfazioni ed anche sofferenza !!! Non partire stamane è per noi una forma di protesta della quale la squadra unita e compatta come sempre è stato in questi ultimi anni, se ne assume tutte le responsabilità. Domenica torneremo sul campo, ancora una volta, per trovare la vittoria, perché sappiamo essere, nonostante tutto, professionisti, perché sappiamo rispettare chi ci segue, perché giocando a Cava abbiamo scelto di onorare la maglia e lo faremo. Nessuna polemica, questo vuole essere un segnale alla Società, alla Città ed ai Tifosi, per far capire la realtà dei fatti o meglio, come abbiamo scritto, le reali difficoltà che Noi ogni giorno dobbiamo affrontare, ma questo parrebbe non interessare a chi invece potrebbe darci una voce di conforto !!! Solo per la maglia !!! (La Squadra della SS Cavese 1919)»

La società naturalmente non condivide la decisione dei calciatori di posticipare la partenza ma non rilascia dichiarazioni in merito, riservandosi di rispondere in un secondo momento, in via ufficiale. Intanto si conclude ancora un’operazione in uscita, con Varriale che approda alla Juve Stabia; in entrata, lunedì arriverà la firma di Santarelli dall’Ascoli.

La squadra partirà nella mattinata di domani alla volta di Imola per terminare i preparativi al fondamentale match del “Mazza”. In un clima che, dopo questo sfogo, potrebbe irrigidirsi.

Davide Lamberti www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film