Connect with us

Pubblicato

il

Calciopress_Archivio______05(CALCIOPRESS)  – L’Hellas Verona raggiunto in testa alla classifica dalla Reggiana a quota 35. In terza posizione il Ravenna (32), seguito dalla coppia formata da Pescara e Ternana (31). In ultima posizione il Potenza (19). Nella classifica marcatori al comando con 8 reti ci sono Piovaccari (Ravenna), Rossi e Stefani (Reggiana), Altinier (Portogruaro).  

La zona promozione continua a essere un vero e proprio rebus, che si risolverà probabilmente solo all’ultima giornata di campionato. Il fatto del giorno è che l’Hellas Verona è riuscito a farsi raggiungere in testa alla classifica, a quota 35, da una Reggiana in forma strepitosa. Gli scaligeri di Remondina, nelle ultime otto giornate, hanno vinto solo a Foggia. Per il resto, oltre alla sconfitta interna con il Rimini, hanno rimediato sei pareggi (in totale sono addirittura undici finora i risultati nulli). Il che porta a un misero bottino di nove punti. Essere imbattuti in trasferta e non aver subito ancora una rete, resta un record sterile per l’Hellas in funzione della promozione diretta. I granata di Dominissini, nello stesso arco di tempo, hanno perso una volta (a Giulianova), hanno impattato in una sola occasione e vinto ben sei partite. Il che fa 19 punti, ovvero dieci in più di quelli raccolti dai gialloblù. Il riaggancio della Reggiana sta tutto in questi semplici numeri. Non poteva andare diversamente, vista la condotta piuttosto molle e anche indecifrabile mostrata dal Verona in questa fase del torneo. 

Con nove squadre nello spazio di otto punti, la classifica è una matassa ingarbugliata. A tre punti dalla coppia di testa c’è ora il Ravenna (32), che ha battuto al Benelli all’ultimo tuffo uno sfortunato Potenza. I giallorossi hanno un andamento altalenante, ma non si schiodano dalle prime posizioni e bisognerà fare i conti con loro fino alla fine. La Ternana (31) ha rallentato e parecchio. Domenica è stata sconfitta al Liberati dalla Spal. Mentre il Verona pareggia troppo, i rossoverdi umbri pareggiano troppo poco (solo una volta). Appaiato alle “fere” c’è il Pescara (31), che sta risolvendo la crisi societaria e ha tutte le carte in regola per rifarsi sotto. A quota 30 un terzetto, piuttosto eterogeneo, formato da Cosenza, Portogruaro e Rimini. I silani hanno perso in casa con il Giulianova quando sembravano aver raggiunto il top del rendimento. I veneti di Calori vanno maledettamente piano rispetto al passo arrembante di inizio stagione, ma sono sempre lì. Il Rimini formato interno, che non  ha niente a che vedere con quello formato trasferta, ha strapazzato il Taranto (27). Il club jonico ci spera ancora, ma è stato anche deferito dal Procuratore federale alla CDN per illeciti amministrativi. 

La zona centrale della classifica è rappresentata dalla sola Virtus Lanciano (26), imbattuta lontano dal Biondi e reduce da due pareggi importanti (in casa di Verona e Pescara). Poi ci si tuffa nella zona calda. 

In area playout ci sono otto squadre in quattro punti, roba da far tremare i polsi. E’ sufficiente una vittoria per risalire prepotentemente, come è successo all’Andria (23) dopo il successo allo Zaccheria di Foggia. La squadra di Papagni, tuttavia, ha il fiato sul collo di un trio insediato a quota 22 e composto da Cavese, Giulianova e Spal. Tre squadre che hanno le potenzialità giuste per scalare molte posizioni. Diventa difficile la situazione del Pescina Valle del Giovenco e del Foggia, bloccate a quota 21. Anche per queste due formazioni vale però l’assioma che basta infilare due partite da tre punti e si può prendere il largo. Il Real Marcianise (19) annaspa e non ce la fa a dare continuità ai suoi risultati. Il Potenza (19), che chiude la graduatoria, è anche molto sfortunato in quest’ultimo periodo. 

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale2 settimane fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali3 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale4 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi