Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Varie_Arbitro_DiFrancesco La mania degli italiani per il telefonino è un fatto notorio e comunque ammesso. Il fatto che ad usarlo sia un arbitro che sta dirigendo una partita di calcio, rappresenta forse una forma di esasperazione.

E’ successo in Umbria, come racconta il Corriere dello Sport/Stadio. I dirigenti del Sant’Eraclio, squadra che disputa la Seconda categoria, hanno presentato ricorso al Giudice sportivo competente. Chiedono la ripetizione della partita giocata domenica scorsa a San Giovanni di Baiano contro la formazione di casa, che si chiama Superga 48. La formazione spoletina di casa ha concluso vittoriosamente la gara (risultato finale 2-1). Ma i dirigenti folignati non ci stanno.

E’ accaduto infatti che durante il gioco l’arbitro dell’incontro, Simone Bianchi di 29 anni (della sezione di Terni), al 30’ del secondo tempo ha interrotto la partita per circa due minuti per rispondere al suo cellulare. Secondo il Sant’Eraclio, questo discutibile atteggiamento del direttore di gara avrebbe inciso seriamente sul corretto svolgimento dell’incontro. 

Em. Rot. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film