Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Fiorentina_Prandelli La Fiorentina è al centro dell’attenzione dei media. Il caso Mutu. Il Progetto che i Della Valle stanno cercando di realizzare. Il nuovo stadio. Il centro sportivo. La Cittadella viola. Le sirene che alla lunga potrebbero interrompere il connubio con Cesare Prandelli. A partire dalla panchina della Nazionale.

La Fiorentina è ancora scossa dalla vicenda Mutu. Il caso di doping in cui è rimasto coinvolto il giocatore rumeno occupa i titoli delle prime pagine. Tiene in ansia i tifosi viola, che affollano i siti web (fiorentina.it, violanews e via dicendo) per essere informati minuto per minuto su una questione spinosa e coinvolgente anche sul piano umano.

I problemi, però, sono anche altri. A cominciare dalla classifica poco entusiasmante e dalle carenze di una rosa che non consente un valido turn-over, finendo per condizionare i risultati della squadra con l’accumularsi degli impegni.

A tenere alta l’attenzione contribuisce, in modo significativo, l’allungamento del contratto a Cesare Prandelli. Una sorta di icona per Firenze e per i sostenitori viola. Il garante tecnico della realizzazione del Progetto che si sta cercando di portare a compimento. Andrea e Diego Della Valle, che di questo Progetto sono i fautori, devono però fare i conti anche con le sirene della Nazionale.

E’ noto che il presidente della Figc, Giancarlo Abete, avrebbe una voglia matta di vedere Prandelli seduto sulla panchina azzurra. Per caratteristiche tecniche e per qualità umane, non si riesce a individuare in effetti una guida migliore della sua. Si tratta di prendere il posto del dimissionario Lippi (un tecnico vincente, ma poco comunicativo) e di riportare entusiasmo in un contesto divenuto assai tiepido (salvo una vittoria in Sudafrica che riaprirebbe tutti i fronti). Senza contare che l’attuale allenatore viola, prendendo in mano la Nazionale, potrebbe continuare a vivere a Firenze. Una città con la quale si è ormai legato a doppio filo.

Diego Della Valle ha più volte dichiarato che non ci sono problemi sotto questo aspetto e che il contratto con Prandelli sarà prolungato fino al 2015. In quanto ad Abete, e alle possibili tentazioni in chiave azzurra, DDV ha tenuto a sottolineare che si tratta di voci infondate.

Il fatto è che Prandelli vuole cominciare a vincere finalmente qualcosa. Perché questo accada a Firenze, è fondamentale che il Progetto abbia quel supporto economico che per il momento sembra non intravedersi. E’ un dato di fatto che i Della Valle, in mancanza di certezze per il futuro, sono passati all’autogestione finanziaria. Una decisione che, se mantenuta, potrebbe arenare tutto.

Cosa deciderà il tecnico viola? E’ ancora tutto da capire, come è ovvio. Intanto iniziano a circolare i nomi dei possibili sostituti (Allegri, Giampaolo, Pioli, Apolloni). E questo non è davvero un buon viatico. 

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film