Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

2010_Cavese_Potenza(CALCIOPRESS) – Vittoria meritata dopo una gara dominata da parte della Cavese sulla seconda della classe. I metelliani sorprendono una lenta e rimaneggiata Reggiana, conquistando tre punti pesanti in chiave salvezza.

Ulteriore defezione in difesa per Stringara che deve rinunciare a D’Orsi e schiera Radi sulla linea dei tre, con Bacchiocchi in mediana francobollato ad Alessi, Favasuli a sinistra. Partono titolari i due nuovi Berretti (favorito a Maiorano) e Santarelli; Cruz e Bernardo in attacco, non rischiato Schetter. Tanti, troppi assenti per la Reggiana, con Domonissini che piazza Temelin ed Alessi in attacco, supportati dagli esterni D’Alessandro e Viapiana.

In avvio, Santarelli cerca il penalty ma si becca il giallo per simulazione. Poco dopo Favasuli si rende pericolosissimo su un traversone di Cruz che lo trova libero sul secondo palo, ma il centrocampista ciabatta la conclusione mandando sul fondo. Al 13°, Radi affila il mancino e, con una punizione dai 25 metri, centra l’incrocio dei pali. La Reggiana appare sorpresa dalla forza d’urto dei metelliani e non riesce ad innescare Alessi, seguito come un’ombra da Bacchiocchi. La parte centrale del tempo si svolge tutta nella trequarti emiliana, a dimostrazione della spinta degli aquilotti, che però non riescono a concretizzare la propria supremazia. Al 29° Alessi illumina dalla sua trequarti per lo scatto di D’Alessandro, su cui Radi compie un fantastico intervento in ripiegamento ed evita guai seri. Al 32° corner di Favasuli per la testa di Radi che non inquadra la porta. Al 36° lancio di Bacchiocchi che buca la retroguardia della Reggiana, ne approfitta Bernardo che arriva davanti a Tomasig ma, ingannato anche dal terreno, si allunga la palla e se la fa bloccare dal portiere. La Reggiana si fa viva solo con una conclusione di Maschio altissima, al 39°. Poi il ritmo cala, e si arriva all’intervallo con la Cavese che rifiata dopo mezz’ora a mille.

Si ricomincia ed è subito Cavese. Al 3°, discesa di Santarelli che entra in area e crossa basso, si oppone Maschio e i calciatori in maglia blu reclamano il fallo di mano del centrocampista granata, ma l’arbitro soprassiede. Al 6°, Viapiana tenta l’acuto: converge centralmente e calcia di destro dalla trequarti senza impensierire Russo. Al 12° il solito Santarelli crossa da destra per Cruz che da buona posizione cicca il pallone di testa. 9’ dopo l’episodio che sblocca la partita: punizione tagliatissima di Radi dalla destra, a vuoto i centrali reggiani, Cipriani ci prova in spaccata, non tocca ma inganna Tomasig che si lascia passare il pallone tra le mani. La Cavese trova un meritato vantaggio. Dominissini potenzia il carico offensivo del centrocampo inserendo Ferrari per D’Alessandro, raschiando così il fondo di un barile povero di alternative. Al 32°, punizione da sinistra di Viapiana, para facile Russo. Dopo cinque minuti, clamorosa opportunità per la Cavese: Favasuli crossa teso da sinistra, Bernardo tutto solo davanti alla porta, di piatto sinistro manda fuori. Ma il raddoppio arriva poco più tardi: al 39° Bacchiocchi lancia Turienzo che scatta  sul filo del fuorigioco, entra in area saltando Tomasig e regala all’accorrente Maiorano il pallone del facile tap-in. A due minuti dal 90° Alessi marca presenza, con una punizione mancina che viene alzata da Russo in corner. Al 44° Turienzo cerca gloria e s’invola sulla sinistra, rientra sul destro saltando Stefani e calcia forte, Tomasig si distende e devia.

Il finale di gara ricalca quello del primo tempo. Il ritmo cala e la Reggiana non trova sbocchi e forse non ha nemmeno la forza per cercarli. La Cavese conquista una importantissima e meritata vittoria che la rilancia in classifica, stando agli altri risultati. Partita caratterizzata dal terreno pesante e dalle assenze in casa granata ma che nulla toglie ad una prestazione, quella aquilotta, che lascia ben sperare per il prossimo futuro.

CAVESE (3-5-2): Russo; Cipriani, Nocerino, Radi; Santarelli, Berretti (dal 7°st Maiorano), Spinelli, Bacchiocchi, Favasuli; Bernardo (dal 38° Scartozzi), Cruz (dal 14°st Turienzo). A disp. Pane, Rapino, Lagnena, Romano. All. Paolo Stringara.

REGGIANA (4-4-2): Tomasig; Girelli, Stefani, Zini, Mei; D’Alessandro (dal 20°st Ferrari), Romizzi, Maschio, Viapiana; Alessi, Temelin. A disp. Manfredini, Ferrando, Gualandri, Bovi, D’Amico, Guerra. All. Loris Dominissini.

Arbitro:  Colasanti di Siena (Donini e Deriu).

Marcatori: 15°st Radi (C), 39°st Maiorano (C).

Ammoniti: Santarelli, Cipriani e Russo(C), Stefani, Maschio (R) .

Note: angoli 10-1, recupero 1’ e  4’, spettatori 1460 di cui 100 circa da Reggio Emilia.

Davide Lamberti – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film