Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

2010_Cavese_Potenza Stringara: «Vittoria di ”rabbia e sudore” come ci chiedono i tifosi». Melotti ai suoi: «Fuori gli attributi!!»

Visibilmente amareggiato: Mauro Melotti (allenatore del Rimini) ha sul volto i segni di un risultato negativo ma, ancor più, di una prestazione deludente da parte dei suoi calciatori. Le sue dichiarazioni partono con un’analisi dell’incontro: «Nel primo tempo la Cavese è stata brava a sfruttare il vento, cosa che noi non siamo riusciti a fare. Per il resto loro non hanno fatto grandi cose. Il gioco lo abbiamo tenuto noi ma palesiamo i soliti problemi negli ultimi metri. Il cambio di modulo nella ripresa non è servito, soprattutto perché non ho visto fare le cose come le avevamo preparate. Il gol di Turienzo, poi , è arrivato anche per nostri errori di piazzamento, errori banali…». Parte poi una dura accusa nei confronti dei suoi: «Non ho visto nei ragazzi la giusta grinta che ci avrebbe permesso di portare a casa un risultato che era alla nostra portata. In passato avevo detto di avere calciatori senza attributi, di voler gente anche meno forte tecnicamente, ma che avesse voglia di vincere e di lottare. Ma le cose non sono cambiate». Continuano le difficoltà a far punti fuori casa, la classifica sorride sempre meno e i tifosi iniziano a contestare: «I tifosi hanno ragione e ci scusiamo per questa ulteriore figuraccia. In trasferta soffriamo e non riusciamo ad esprimerci, è un nostro limite. Dobbiamo essere più pragmatici e pensare meno al gioco. Purtroppo siamo questi ma finché la classifica ce lo consentirà continueremo a lavorare per raggiungere i play-off». 

Paolo Stringara (allenatore della Cavese) viaggia su frequenze diametralmente opposte a quelle del collega. La sua squadra ha conquista la seconda vittoria di fila pur con un passo indietro nel gioco rispetto a sette giorni fa: «La vittoria è stata molto sofferta, c’è stato poco gioco a causa sia del vento che del Rimini. Avevo detto in settimana che i romagnoli sono forse meno “quadrati” della Reggiana ma hanno tanta qualità e l’hanno dimostrato. Ma ci sono delle partite che vanno vinte cercando semplicemente di arrivare nella porta avversaria quanto prima e noi ci siamo riusciti».  Una vittoria frutto di quella determinazione che al Rimini è mancata, ma non alla Cavese: «Vincere così mi fa molto felice. I nostri tifosi ci chiedono “rabbia e sudore” e oggi abbiamo messo questi elementi in campo per novanta minuti. È vero che potevamo anche chiudere sul 2 a 0, ma il Rimini non ha demeritato e sarebbe stato un risultato esagerato».  Tredici punti nelle sei gare del girone di ritorno: la Cavese si allontana dalla zona calda grazie a una media da play-off. E qualcuno in giro inizia a farci un pensierino: «Non scherziamo! È del tutto inverosimile pensare così in grande. Noi non dobbiamo fare conti ma pensare partita per partita. La lotta è dura. Ora c’è la sosta, che arriva a pennello, perché dopo due vittorie di fila si può lavorare benissimo in questi quindici giorni. Guardiamo avanti con fiducia». 

Davide Lamberti www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film