Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Hellas_Verona_tifosi L’Hellas centra la terza vittoria consecutiva e supera il Ravenna. Si conferma capolista solitaria del girone B della Prima Divisone di Lega Pro. Un successo, quello con i romagnoli, che arriva al termine di una partita giocata con grande carattere da tutta la squadra. E conferma le ambizioni di promozione del club del presidente Martinelli.

I 13mila tifosi gialloblù che anche oggi hanno spinto con il loro incessante sostegno l’Hellas verso la vittoria, hanno molte ragioni per trascorrere una domenica e una settimana serena. La formazione scaligera consolida, a quota 44, la sua posizione di capolista del girone B di Prima Divisione.

La vittoria al Bentegodi con il Ravenna, avversario difficile e diretto concorrente nella lotta per la promozione, è giunta al termine di una prova di carattere che autorizza le più rosee aspettative.

I giallorossi romagnoli di mister Esposito sono staccati stasera di 12 punti (ma devono recuperare una gara). Le lunghezze di vantaggio sulla più immediata inseguitrice, il Pescara (bloccato sul pari ad Andria), sono salite a sei. Ancora più netto il gap con le altre contendenti. La Reggiana (che ha pareggiato al Giglio con la Ternana) si trova ora indietro di otto lunghezze, Ternana e Cosenza (che oggi hanno entrambe vinto in trasferta) rispettivamente di nove e dieci.

Remondina centra la terza vittoria consecutiva, al termine di una gara in cui non sbaglia niente dal punto di vista tattico. Di Gennaro va ancora in rete e si conferma il bomber di cui c’era bisogno nel reparto avanzato. Dopo la sosta di campionato, prevista per domenica prossima, l’Hellas potrà contare ancora su un turno casalingo (con il Potenza, ultimo in classifica generale).

Oggi i gialloblù hanno dato prova di aver capito con quale grinta va affrontata una categoria complessa come la terza serie nazionale, nella quale si trovano confinati da tre anni. Passati in vantaggio con Di Gennaro, sono stati immediatamente riagguantati dalla rete di Felci. Il rigore assegnato a 10’ dalla fine sembrava concedere l’opportunità di aggiudicarsi la partita. Ma il portiere Anania, che si è opposto con grande bravura per tutta la partita alle conclusioni dei giocatori veneti, ipnotizzava Rantier e gli respingeva il tiro. L’accorrente Cangi ribatteva in rete nel tripudio del Bentegodi. E adesso l’Hellas vola.

Sergio Mutolowww.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film