Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Gallipoli-Grosseto Il responsabile della Direzione Giochi dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS) ha illustrato le ragioni per le quali i dati sulle scommesse relative alla partita Gallipoli-Grosseto sono stati segnalati all’autorità preposta (Lega calcio) e poi trasmessi alla Procura federale per l’avvio di un’eventuale indagine.

E’ accaduto che la Sogei (Società Generale d’Informatica), una società di servizi per la Pubblica Amministrazione detenuta al 100% dal Ministero delle Finanze, ha segnalato nel pomeriggio di lunedì scorso la eccessiva richiesta di giocate su due risultati finali della partita programmata per il posticipo di serie B (ovvero il 2-2 e il 3-3).

Di fatto i due risultati portati all’attenzione della AAMS raccoglievano circa il 90% delle giocate, a fronte di una media che non supera il 10%. Un dato oggettivamente abnorme. Gli importi delle giocate risultavano inoltre, anche se non in misura eccezionale, superiori ai valori medi.

In rapporto alle aree geografiche nelle quali sono state prevalentemente effettuate le giocate, il dirigente interpellato ha parlato di dato coperto dal segreto d’ufficio e che sarà comunicato solo alle autorità investigative.

Non ha smentito tuttavia la circostanza, circolata nei media, che ci sia stata una notevole concentrazione di giocate all’interno di una ben determinata zona.

Questo è quanto. La palla passa adesso alla Procura federale di Stefano Palazzi. Con l’auspicio che l’inchiesta, a tutela delle società interessate e dei principi di lealtà sportiva, sia chiusa in tempi possibilmente rapidi. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film