Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Berrettogialloblusegnavia(CALCIOPRESS)  – Il rinvio sine die stabilito dalla Corte di Giustizia Federale nella seduta del 9 febbraio scorso, nella quale si sarebbe dovuti finalmente arrivare a sentenza nel processo-bis sul presunto illecito sportivo legato alla partita Potenza-Salernitana (giocata nel lontano aprile del 2008), presta il fianco a una serena e oggettiva riflessione.

La giustizia sportiva ha innestato il passo della tartaruga, come e più di quella ordinaria. E’ venuta meno, nel tempo, alla prerogativa di rapidità del giudizio che è il presupposto fondamentale per valutare la correttezza di eventi i che si fondano sull’esito finale di un campionato. Senza contare la logica (etica?) di attenersi ai criteri della lealtà sportiva e delle pari opportunità che dovrebbero caratterizzare la partecipazione dei club alle competizioni. A prescindere dalle varie categorie professionistiche del calcio italiano, siano esse serie A, serie B, Prima e Seconda Divisione di Lega Pro.

Ecco così che, a distanza di quasi due anni, non si sa ancora se nella gara Potenza-Salernitana fu consumato un illecito sportivo. Un ritardo che ha pesato e pesa sulla formazione delle classifiche, laddove l’accusa mossa dalla Procura federale di Stefano Palazzi fosse stata confermata dall’organo giudicante.

Perché un processo sia davvero breve, è fondamentale che altrettanto breve sia l’inchiesta che ne rappresenta il fondamento. In ambito sportivo la voglia di giustizia giusta (e rapida) è altrettanto valida di quella che incide nei rami civili e penali.

Un tema che il presidente della Figc, Giancarlo Abete, dovrebbe mettere con urgenza all’ordine del giorno. I tifosi sono stanchi di una giustizia sportiva che viaggia al passo di lumaca. 

Sergio Mutolo www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film