Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Torino_Colantuono(CALCIOPRESS) – Torino e Padova sono state finora fonte di molte amarezze per i tifosi. A dispetto dei pronostici della vigilia, che vedevano le due formazioni per un verso o per l’altro nel ruolo di protagoniste del campionato cadetto, i granata viaggiano in una posizione di classifica mediocre e i biancoscudati sono precipitati addirittura in zona retrocessione.

Il Torino, con 32 punti (8 vittorie, 8 pareggi e 8 sconfitte), è in classifica molto più indietro di quanto si pensava potesse essere a questo punto del torneo. Le possibilità di risalire sul paino teorico ci sono ancora. Resta il fatto che il rischio di fungere da comprimario sia quest’anno molto serio per il Toro. I dodici nuovi innesti arrivati con il calciomercato invernale (grazie al lavoro alacre del diesse Petrachi) e due avvicendamenti in panchina sono serviti a poco. Anche con il Brescia, nell’ultimo turno di campionato, i granata non sono andati oltre il pari (1-1) grazie alla rete segnata dal solito Bianchi (uno che alla promozione ci crede ancora). C’è stata anche molta sfortuna, sintetizzata dall’infortunio di Salgado (il bomber cileno appena arrivato dal Foggia e subito fermo per un mese). Il Toro oggi gioca in casa dell’Albinoleffe, con cui condivide posizione e punteggio in classifica. Una gara che fungerà da cartina di tornasole per chiarire quali potranno essere le aspirazioni della squadra allenata da Colantuono (nella foto).

Il Padova, con 26 punti (6 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte), è penultimo in classifica. Il presidente Cestaro ha speso molti milioni per mettere in campo una formazione che è stata finora assai deludente. Anche nel calciomercato invernale gli interventi del club biancoscudato sono stati cospicui. Ne sono la riprova gli arrivi di Vantaggiato dal Torino (sul quale si sono investiti parecchi soldi) e di Morosini dalla Reggiana. A rimetterci il posto è stato Carlo Sabatini, l’allenatore della promozione dalla Prima Divisione dopo anni di inferno in terza serie. Al suo posto, dopo che erano circolati nomi altisonanti (Arrigoni, Baldini, Cagni e Camolese), è arrivato a sorpresa Nello Di Costanzo. Oggi il Padova se la vedrà all’Euganeo con il Frosinone, attestato in classifica in una posizione di tutta tranquillità con 34 punti. Si tratta solo di capire se la scossa Di Costanzo funzionerà o meno. 

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film