Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Juventus_Amauri Risorge la Juventus. E’ forse questa la notizia principale della odierna giornata di campionato. Il ritorno al gol di Amauri e un doppio Del Piero regalano la prima vittoria ad Alberto Zaccheroni, che tira un sospiro di sollievo. Torna a vincere anche la Lazio con Edy Reja che, al suo esordio in panchina, centra la vittoria. Bene, nelle zone basse della classifica, il Bologna che espugna il “Picchi” di Livorno e il Siena che trova tre punti pesanti sul campo del Chievo.

La 24a giornata di campionato – archiviati gli anticipi di ieri (con Roma e Sampdoria vittoriose rispettivamente su Palermo e Fiorentina) e quello di venerdì (che ha visto il Milan battere l’Udinese) – in attesa del posticipo tra Napoli e Inter ha regalato non poche emozioni, con risultati anche a sorpresa.

Il Cagliari di Allegri batte il Bari meraviglia di Ventura. Un 3-1 figlio di una partita giocata su ritmi alti da entrambi le compagini, non a caso ritenute le migliori del nostro campionato sotto il profilo del gioco. Ne è scaturita una gara vibrante, con le due squadre sempre alla ricerca del gol e con il Cagliari concreto sotto rete. Il rientro di Cossu ha dato vivacità alla manovra degli isolani.

Miglior esordio non poteva esserci per Edy Reja. La Lazio torna a vincere, e lo fa convincendo, al “Tardini” di Parma. I biancocelesti portano a casa tre punti fondamentali per la risalita in classifica. Torna al gol anche Zarate, escluso dalla formazione titolare ed entrato a gara in corso. Buona la prova corale della squadra, con Floccari sugli scudi.

Il Siena mette a segno il colpo corsaro in quel di Verona. Il Chievo non riesce a ripetere le prestazioni che hanno caratterizzato la prima parte del suo campionato e ne approfittano i bianconero toscani. Il gol vittoria è di Reginaldo, bravo a colpire al volo dal limite dell’area di rigore.

Pari emozionante al Cibali di Catania, dove gli etnei non riescono a superare un’Atalanta tutta grinta. Su un campo acquitrinoso, le due squadre si sono affrontate senza esclusioni di colpi. Molte le occasioni non sfruttate da una parte e dall’altra. Una gara in bilico sino alla fine, anche quando i nerazzurri sono rimasti in dieci.

Marco Di Vaio e il suo Bologna castigano il Livorno di Serse Cosmi, espulso nella ripresa. I labronici non riescono a dare continuità alle buone prestazioni offerte contro Juve e Milan, cadono tra le mura amiche e si inguaiano in classifica. Concreto e battagliero il Bologna di Colomba che, con questa vittoria, allunga in classifica e si porta in una zona abbastanza tranquilla.

Tensione da vendere all’Olimpico di Torino. Il Genoa passa in vantaggio con capitan Rossi, a quel punto si scatena la contestazione sugli spalti. Non solo cori, ma una serie interminabili di esplosioni di bombe carta, una delle quali ferisce un agente di polizia (trasportato all’ospedale). Si placano gli animi solamente quando Amauri torna al gol e porta la Juve al pareggio. La gara si fa bella, giocata da entrambe le squadre con agonismo. La voglia di vincere è tanta da ambo le parti. La Juve spinge ed arriva al raddoppio, grazie a una giocata di prima tra Diego e Del Piero con il capitano lesto a mettere in rete. Dura appena un minuto la gioia bianconera, il Genoa infatti pareggia dopo una indecisione di Buffon. La rete della vittoria la sigla ancora Alex Del Piero, questa volta dal dischetto, per un rigore ai più apparso inesistente. Il contatto tra il difensore genoano e il capitano bianconero, sembra avvenire ben fuori l’area di rigore. 

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali5 giorni fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni2 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono sempre ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile, il ruolo cruciale del Centro Sportivo

È stato detto che la Divisione Femminile ha due anime. Una radicata nel professionismo maschile e l’altra di matrice dilettantistica. La seconda anima...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film