Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Hellas_Verona_tifosi Dopo la sosta riprende il campionato di Prima Divisione della Lega Pro. Nel girone B capolista solitaria è l’Hellas Verona (44).

Nell’ultimo turno ha battuto al Bentegodi (nella foto) il Ravenna (bomber Di Gennaro, il nuovo acuisto di gennaio per puntellare l’attacco, in rete per la seconda volta consecutiva). Il vantaggio degli scaligeri di Remondina sulla seconda in classifica, il Pescara (38), è ora di sei punti. Un margine di tutta sicurezza che consentirà ai gialloblù di affrontare, con la necessaria serenità, la prossima gara interna con la cenerentola del girone ovvero il Potenza. Un confronto da capitalizzare al massimo in chiave futura.

Dietro c’è la solita ammucchiata che connota da molte settimane (praticamente da subito) un girone considerato da alcuni addetti ai lavori molto più equilibrato e combattuto del confratello, da altri piuttosto livellato verso il basso. Questione di opinioni che, quando divergono, sono il sale delle polemiche.

Fatto sta che tra i 36 punti della Reggiana e i 32 del Taranto, si assiepano altre cinque squadre. Sono Ternana (35), Cosenza e Portogruaro (34), Ravenna e Rimini (33). Tutte, a vario titolo e considerata l’esiguità dei distacchi, possono ambire alla zona playoff e agli spareggi per la promozione in serie B. Gli organici di cui queste formazioni dispongono sono tali da giustificare ambizioni di tale portata. Ciò che manca a tutte è la continuità di risultati, una prerogativa fondamentale per centrare l’obiettivo.  

In particolare il presidente del Taranto, il re delle auto D’Addario, si dichiara ancora oggi fermamente convinto che la sua squadra possa aspirare addirittura alla promozione diretta in cadetteria. Se è vero che la logica suggerirebbe un atteggiamento meno spavaldo, visto che il gap con una capolista che si è messa a correre di gran carriera è oggi di ben 12 punti, il calcio è uno sport talmente imprevedibile che lascia posto anche a questo genere di opinioni.

In una situazione così liquida il centro classifica praticamente non esiste in questo girone. Dal trio Cavese, Andria e Virtus Lanciano (28) fino al Potenza (21) ci sono nove squadre nell’arco di nove punti tutte candidate a lottare per i playout. Tra queste formazioni come Spal (27), Foggia (23) e  Pescina Valle del Giovenco (22), partite con ben altre ambizioni. Il club marsicano ha esonerato sia l’allenatore Dario Bonetti che il fratello Ivano (era il direttore sportivo), richiamando in panchina il tecnico Roberto Cappellacci. Il fatto che Giulianova (26) e Real Marcianise (25) potessero fare i conti con la zona salvezza era, viceversa, un dato in qualche modo prevedibile. 

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali5 giorni fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni2 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono sempre ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile, il ruolo cruciale del Centro Sportivo

È stato detto che la Divisione Femminile ha due anime. Una radicata nel professionismo maschile e l’altra di matrice dilettantistica. La seconda anima...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film