Connect with us

Pubblicato

il

Gallipoli_tifosi Pesante sconfitta interna del Gallipoli nella 26a giornata del campionato di serie B TIM. Il Vicenza maramaldeggia e segna cinque reti. Precisazione ufficiale sulla iscrizione nel registro degli indagati, per il reato di truffa, del presidente Daniele D’Odorico. Acque sempre agitate tra il patron giallorosso e l’ex presidente Barba.

Il Vicenza di Maran seppellisce di reti il Gallipoli di Giannini (confinato in tribuna per la nota squalifica rimediata durante la gara con il Grosseto). Finisce 5-0 per i veneti, un passivo pesante da digerire per una squadra che, nelle ultime tre gare casalinghe, ha subito la bellezza di 11 gol (quasi quattro a partita).

Un  tonfo che desta non poche preoccupazioni in un contesto scosso da una serie di vicende che non lasciano respiro, anche se la vittoria del turno scorso ottenuta al Braglia di Modena con la ex capolista Sassuolo aveva illuso un po’ tutti.

Il lato sportivo, oggi alquanto deficitario, si somma ai continui marosi a livello societario. Ci riferiamo all’iscrizione nel registro degli indagati del presidente Daniele D’Odorico, decisa dalla Procura di Lecce per il reato di truffa. Una ipotesi che scaturirebbe dalle tortuose vicende connesse all’acquisto del club salentino dall’ex patron Vincenzo Barba.

Sulla questione è intervenuto il direttore generale Giuseppe Iodice. In una nota diffusa agli organi di stampa si parla di “notizia già vecchia di un mese ed alla quale era già stata data una vasta eco” e si ribadisce trattarsi della “prova provata dell’intenzione di creare disturbi e fastidi in occasione di ogni partita che il Gallipoli affronta tra le mura cosiddette amiche”.

Si allude inoltre a “spifferi, sussurri, amplificazioni, talvolta vere e proprie invenzioni, il tutto finalizzato a creare malumori per far saltare la faticosa ricostruzione alla quale stiamo dando vita con serietà e grande senso di responsabilità”.

La società conclude la nota di precisazione dichiarandosi fiduciosa in un “positivo sviluppo del procedimento penale in corso, durante il quale faremo valere con forza e competenza le nostre giuste ragioni”. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali13 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi