Connect with us

Pubblicato

il

taranto-reggiana_6(CALCIOPRESS ) – Una gara da vincere per entrare in zona play off e rilanciarsi definitivamente. Questo l’obiettivo degli jonici contro il Pescina. La convinzione dell’entourage rossoblu trova piena espressione nel pensiero del suo tecnico Franco Dellisanti. Il trainer sangiorgese nell’immediata vigilia del match si mostra risoluto: “Dobbiamo assolutamente vincere, del resto non abbiamo alternative. Abbiamo intrapreso la strada giusta, ma dobbiamo percorrerla a maggiore velocità. Diciamo che questa squadra mi da l’impressione di poter esplodere da un momento all’altro. Sono fiducioso perchè i calciatori seguono i miei dettami e li condividono. Per questo mi rispecchio molto in questa squadra. L’avversario? Non me lo aspetto arrendevole ma, magari, guardingo. Dovremo essere bravi a stanarli attraverso il gioco sulle fasce. In buona sostanza la mia squadra dovrà avere un atteggiamento propositivo. Queste gare sono le più complesse sotto l’aspetto psicologico, ma io non ammetto cali di concentrazione. Tra l’altro non ho gradito la sosta del torneo, in quanto stavamo attraversando  un ottimo momento di forma psico-fisica”. La pausa, però, ha anche degli aspetti positivi. Ad esempio il tecnico ha potuto sperimentare delle situazioni alternative sopratutto su calcio piazzato. “Sicuramente – continua Dellisanti – il problema del gol coinvolge buona parte delle squadre di Lega Pro, dunque bisogna sfruttare al meglio le palle ferme. Considerate che il 40-50% delle marcature nei campionati italiani giunge da queste soluzioni. In tale ottica abbiamo utilizzato questo periodo di pausa forzata per sperimentare situazioni nuove. Del resto  non lascio mai nulla al caso. La formazione? A grandi linee è fatta. Ho ancora un paio di dubbi, ma non posso svelarli, ovviamente devo tenere tutti sulla corda”. 

Formazione. Gli squalificati Scarpa e Giorgino dovrebbero essere sostituiti rispettivamente da Crovetto e Rajcic, quest’ultimo sarà affiancato nel ruolo d’interno dal rientrante Coppola. In avanti spazio alla coppia formata da Ferraro e Corona, mentre Innocenti dovrebbe finire in panchina. Questo dovrebbe essere il Taranto iniziale (4-4-2) anti-Pescina: Bremec; Calori, Migliaccio, Prosperi, Bolzan; Di Roberto, Coppola, Rajcic, Crovetto; Corona, Ferraro. 

Enrico Losito www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali11 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi