Connect with us

Pubblicato

il

Fiorentina_Alberto_Gilardino(CALCIOPRESS) – Archiviati gli anticipi del sabato Genoa-Udinese e Inter-Sampdoria, in attesa del posticipo tra Bari e Milan, la 25a giornata di campionato ha dato risposte ben definite ad alcune situazioni. La Roma vince e si conferma la squadra inseguitrice dell’Inter. Torna alla vittoria la Fiorentina (la prima nel girone di ritorno) rimontando il Livorno, Il Palermo regola una brutta Lazio. Il Napoli non va al di là del pari in casa del Siena. Brutto scivolone interno dell’Atalanta, Bene il Cagliari.

Atalanta-Chievo: Brutta sconfitta interna per l’Atalanta di capitan Doni. La gran voglia di fare risultato non fa il pari con il gol vittoria del Chievo. Il solito Pellissier, sul finire della prima frazione di gioco, regala tre punti alla squadra di Mimmo Di Carlo che in settimana aveva caricato la squadra a per spingerla a giocare come nella prima parte di campionato.

Bologna-Juventus: Vincere aiuta a vincere. Forse in questo momento la Juventus è tutta qui. Latita ancora il bel gioco, ma si stanno ritrovando i singoli giocatori. La crescita di Del Piero e la via del gol ritrovata da Diego hanno portato la squadra di Zaccheroni al di là dell’ostacolo. Bene il Bologna che, con il primo gol in serie A di Buscè, aveva ritrovato il pareggio. I rossoblù di Francesca Menarini sprecano un paio di occasioni per passare in vantaggio e vengono puniti da Candreva, anche lui alla prima segnatura nel massimo campionato.

Cagliari-Parma: Matri e Lazzari mettono in ginocchio un Parma quasi mai pericoloso. Sono lontani i tempi in cui la squadra di Guidolin metteva in campo gioco e gol. Il Cagliari, da par suo, continua la sua marcia verso l’Europa. Stagione straordinaria per Matri che, dopo aver eguagliato il record di Gigi Riva (sette gol consecutivi in sette gare), arriva in doppia cifra tra i marcatori.

Fiorentina-Livorno: Un gol di Rivas segnato con l’ausilio di Sebastian Frey (una rarità la sua incertezza) fa calare il gelo sul Franchi. Lo spettro dei fantasmi di un campionato sfortunato si ripresenta davanti alla panchina viola. Ma i labronici confermano ancora una volta la loro inconsistenza nel mantenere il risultato. Prima Vargas e poi Gilardino, tornato al gol dopo più di un mese, ridanno linfa a un campionato che sembrava essere stregato.

Palermo-Lazio: Pronti, via, gol. Il Palermo mette subito in chiaro una gara mai in discussione, con i rosanero sempre sugli scudi. Hernandez, sostituto di Cavani (in tribuna per attacco influenzale), dopo appena sessanta secondi di gioco viola la porta di Muslera. Miccoli e Nocerino fissano poi il pingue bottino della squadra siciliana. Kolarov, a segno al 34’ della ripresa, riduce le distanze per una Lazio che ha fatto registrare un netto regresso rispetto alla prima uscita con Reja in panchina.

Roma-Catania: Ancora Mirko Vucinic. E’ lui il match winner di una partita che la Roma ha controllato dall’inizio alla fine. I giallorossi avrebbero potuto incrementare il proprio vantaggio, ma gli avanti giallorossi non sono stati in grado di replicare a rete ottime trame di gioco. Poca cosa oggi il Catania, mai pericoloso dalle parti di Doni. Non ci sono dubbi è la Roma l’anti-Inter, in attesa del big match che vedrà opposte le due squadre all’Olimpico.

Siena-Napoli: Il Napoli non sa più segnare. Questa in sintesi la situazione attuale dei partenopei che anche a Siena hanno palesato la loro sterilità in attacco. Mazzarri è chiamato a trovare urgenti soluzioni. I toscani hanno tenuto il campo diligentemente, proponendosi in contropiede con Ghezzal e Maccarone pronti a replicare agli attacchi dei partenopei.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film