Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Padova_esultanza(CALCIOPRESS) – Penultimo posto in classifica con 28 punti in carniere, 26 gol fatti e 29 subiti. Solo sei vittorie, dieci pareggi e altrettante sconfitte. Questi i numeri preoccupanti del Padova che ha in panchina un nuovo tecnico, Nello Di Costanzo, subentrato a Carlo Sabatini. Il pareggio di Ancona ha però ridato fiducia a un ambiente ultimamente depresso. La società sta mettendo in ponte iniziative per portare gente allo stadio.

Proprio in questo ambito, nella gara di sabato prossimo che vedrà il Padova opposto al Torino (altra delusa del momento), ci saranno diverse facilitazioni. La prima consiste nel regalare un biglietto omaggio per ogni abbonato ed è stata denominata “Porta un amico allo stadio”: ogni abbonato potrà farsi accompagnare gratuitamente all’Euganeo dalla persona prescelta. La seconda, a nostro avviso la migliore, è la concessione di 1000 biglietti omaggio riservati alle scuole di Padova: gli studenti verranno sistemati in tribuna ovest.

Insomma una serie di iniziative per avvicinare gente alla squadra della propria città e, nel contempo, riempire lo stadio in occasione di una gara che per il Padova rappresenta un vero e proprio crocevia per il futuro.

Ma, forse, non basteranno le lodevoli iniziative del presidente Cestaro a fermare la carica di un Toro ferito nel morale dalla debacle interna subita ad opera della Salernitana. La voglia di riscatto dei granata è tanta e ci vorrà un Padova molto concentrato per poter dar filo da torcere ai piemontesi. Occorrerebbe quello visto nel primo tempo al Conero di Ancona. Perché l’altro, sceso in campo nella ripresa, è apparso molle e incapace di gestire il risultato. Un dato che preoccupa non poco il tecnico veneto. 

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film