Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Taranto_Dellisanti Partite nelle quali hai tutto da perdere. Questa ha rappresentato per i rossoblu la gara contro il Pescina. Alla fine poco importa, se gli uomini di Dellisanti non abbiano sciorinato un gioco da categoria superiore e la gara sia stata per alcuni tratti noiosa. L’importante era conquistare la vittoria. Ad onor del vero anche il Pescina (pardon la Valle del Giovenco) non ha fatto nulla per migliorare la qualità delle giocate. I marsicani, scesi in riva allo Jonio con l’unico intento di non prenderle, hanno spesso giostrato dietro la linea della palla cercando di spezzare le trame offensive dei rossoblu. Ad ogni buon conto la vittoria di domenica scorsa conduce i rossoblu a soli tre punti dalla seconda piazza della classifica, ma paradossalmente fuori dalla zona play off. Domenica prossima gli jonici si recheranno a Giulianova, in casa di un’altra pericolante. L’obiettivo, ovviamente, sarà la conquista dell’intera posta in palio. Per l’occasione mister Dellisanti riavrà a disposizione Scarpa e Giorgino, entrambi hanno scontato il rispettivo turno di squalifica. Di converso sarà assente capitan Migliaccio, il quale, già diffidato, sarà appiedato dal giudice sportivo.

Da rivedere. Il tecnico rossoblu, a fine gara, ha puntato il dito sull’eccessiva “frenesia” nella costruzione della manovra. Noi allarghiamo l’analisi valutando un gioco sugli esterni che ancora non fornisce i frutti sperati. Con questo non vogliamo addossare la croce al diligente, ma poco incisivo, Crovetto, e ritornare sui soliti personalismi di Di Roberto, il quale, comunque, ha tentato di sovente la via della rete. E’ chiaro, però, che ancora qualcosa non quadra a dovere e probabilmente i dettami tattici di Dellisanti non sono stati ancora assimilati a dovere. Ma non è tutto: anche Rajcic pare avere effettuato il classico “passo  del gambero”. Il croato era chiamato alla prova della definitiva consacrazione, invece è parso spesso avulso dal gioco. Le colpe, comunque, non sono addebitabili esclusivamente all’ex-Bari, perchè anche i compagni non lo hanno coinvolto con continuità nella costruzione dell’azione. A questo sommiamo una forma che tarda a venire. Conseguente una prova da parte del centrocampista al di sotto delle attese. 

Conferme.  La retroguardia della gestione Dellisanti resta inviolata. Ormai l’imbattibilità del portiere Bremec dura da oltre quattro gare. Difesa a parte, l’incontro di domenica scorsa ha certificato, se ancora ce ne fosse bisogno, il ruolo fondamentale di due elementi: Giorgio Corona e Carmine Coppola. A questi ci aggiungiamo Davide Giorgino.

Enrico Losito – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film