Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

fiorentina-milan(CALCIOPRESS) – Si disputano domani le gare di recupero Udinese-Cagliari e Fiorentina-Milan. Una partita, quest’ultima, che assume contorni particolari rispetto alla data programmata in origine dal calendario. Si, perché oggi Fiorentina-Milan ha un sapore e un valore ben diversi da quelli che avrebbe avuto a dicembre. Sono cambiati gli obiettivi e, a distanza di due mesi, anche i parametri di partenza. Due squadre che si affrontano, dunque, con obiettivi tra loro diversi ma fondamentali.

La Fiorentina, attardata in campionato, con una vittoria sui rossoneri tornerebbe nel novero delle squadre che ambiscono a un posto in Champions League. Nella scorsa tornata di campionato ha ritrovato il cannoniere principe, quel Gilardino da tempo a secco di gol (918′). Ma, soprattutto, i tre punti che nel girone di ritorno sembravano essere diventati un tabù per la squadra viola.

Dell’importanza della gara  è consapevole Cesare Prandelli. In conferenza stampa ha esternato diverse situazioni, denunciando anche l’assurdità di un calendario impensabile. Il tecnico viola, come suo solito, ha risposto a tutte le domande dei giornalisti presenti, ostentando la tranquillità e la pacatezza che lo contraddistinguono da sempre. Ha rigettato anche l’ipotesi di un possibile sciopero, liquidando la domanda con un frase delle sue: “Quelle sono cose serie, noi siamo dei privilegiati”.

Ha fatto anche il punto sulla squadra, definendola ben concentrata per l’impegno imminente e consapevole dell’importanza della gara. Una partita, almeno per quanto riguarda il campionato, che potrebbe diventare viatico per qualcosa di importante.

In casa Milan a grandi linee la sintonia è la stessa. Le motivazioni ci sono tutte. Vincere a Firenze significherebbe accorciare le distanze dall’Inter e superare la Roma. Due piccioni con una fava. Leonardo è tranquillo. A Bari ha visto una squadra tonica, capace di dominare il campo dall’inizio alla fine contro quella che per tutti è stata finora la squadra-meraviglia.

Un Milan che forse non avrebbe mai immaginato di giocare questa partita con ambizioni di primato, se solo si riflette sul fatto che a dicembre i problemi erano ben altri. Ci ha pensato poi il suo presidente a mettere un po’ di pepe, con le esternazioni cui ha replicato pacatamente ma recisamente il suo tecnico Leonardo.

Ci sono quindi tutti i presupposti per vedere una gara di livello, tra due squadre che hanno ben chiari i propri obiettivi e sono condotte da due tecnici che fanno il bene del calcio italiano, per competenza e per correttezza di comportamenti. Inter e Roma, direttamente interessate all’incontro, staranno alla finestra, Curiose di vedere come andrà a finire la sfida del Franchi. 

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film